full screen background image
Search

Regione Sicilia: “Fuori i criminali” !

Regione Sicilia: “Fuori i criminali” !

“Fuori i criminali dalla Regione Siciliana”

Sembrerebbe  un’affermazione esagerata ma quando ci vuole ci vuole. Si fa riferimento alle dichiarazioni rilasciate a Palermo alla manifestazione “Panorama Italia” dal Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che accusa la presenza di funzionari regionali che si comporterebbero da criminali. A gridare : “Fuori i criminali dalla Regione Siciliana” è il Codacons che annuncia la presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica di Palermo. “Una pratica puo’ giacere per mesi su un tavolino: un funzionario la puo’ lasciare sulla scrivania senza portarla al collega dello stesso piano. E’ un comportamento da criminali, mentre in Sicilia c’e’ chi soffre la fame”. “E se ti metti di traverso – ha sottolineato Musumeci – ti arriva subito il sindacato che minaccia lo stato d’agitazione. E allora se ci sono funzionari criminali – afferma il Codacons – vogliamo sapere chi sono. Sarebbe sbagliato generalizzare, infangando ingiustamente un’intera categoria di lavoratori e lasciare al contempo impuniti i colpevoli. Ai proclami devono seguire le denunce nelle opportune sedi.  Staremo al fianco del Presidente della Regione Siciliana per eliminare i criminali dalla Pubblica Amministrazione   conclude   Codacons. E anche noi siamo solidali con Musumeci perchè di questa vergogna siciliana ci siamo accorti e lo abbiamo denunciato da tempo. La burocrazia lenta e becera e soprattutto la cattiveria che spesso gli impiegati ed i funzionari strapagati sono la rovina della nostra regione dove le pratiche vanno più lentamente dei treni che è tutto dire. potrebbe essere utile istituire un’authority regionale che possa indagare e prendere provvedimenti in merito cacciando i malversatori.  Se Musumeci riuscisse a vincere  questa battaglia ne guadagneremmo tutti.

reteiblea



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *