full screen background image
Search

Venezia. Scontro tra un barcone turistico e nave di MSC crociera !

Venezia. Scontro tra un barcone turistico e nave di MSC crociera !

Momenti di panico a Venezia. Erano le 8:36 quando una nave Msc ha perso il controllo e ha urtato un’imbarcazione turistica ormeggiata, andando a sbattere sulla banchina del Molo San Basilio, nel canale della Giudecca . Quattro i feriti, come riportato dal presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico Settentrionale, Pino Musolino, per il quale “la priorità massima ora è l’assistenza medica ai 4 feriti lievi. Contemporaneamente stiamo lavorando per risolvere l’emergenza e liberare il Canale della Giudecca”.

In una nota, la compagnia ricostruisce i fatti: “Intorno alle 8:30, Msc Opera in manovra di avvicinamento al terminal Vtp per l’ormeggio ha avuto un problema tecnico. La nave era accompagnata da due rimorchiatori e ha urtato la banchina all’altezza di San Basilio”.

“Contestualmente si è verificata una collisione con il battello fluviale. Sono in corso tutti gli accertamenti – prosegue Msc – per capire l’esatta dinamica dei fatti, la compagnia sta assicurando la massima collaborazione ed è in contatto costante con le autorità locali. La nave al momento è in attesa della messa in sicurezza del battello fluviale e del completamento delle operazioni di sbarco dei passeggeri dello stesso. Non appena ricevuta l’autorizzazione, si sposterà per essere ormeggiata in banchina a Marittima, come previsto, per iniziare le operazioni di imbarco e sbarco dei passeggeri”.

Intanto, poco dopo l’incidente, via social hanno iniziato a girare anche i primi filmati: uno in particolare, pubblicato da molti utenti, riprende il momento del contatto tra la nave da crociera e il molo dove era ormeggiato il barcone fluviale ‘River Countless’.

LE INDAGINI – Sono due le ipotesi al momento al vaglio degli inquirenti sulle possibili cause dell’incidente: secondo la versione formulata dai Vigili del Fuoco, la nave avrebbe urtato il barcone turistico e sarebbe andata a sbattere poi contro la banchina di San Basilio a causa della rottura del cavo di traino del rimorchiatore. Un’altra ipotesi al vaglio è che si sia verificato un danno alla meccanica della nave e il rimorchiatore, nel tentativo di correggere la rotta, abbia procurato la rottura del cavo di traino.

TONINELLI – L’incidente “dimostra che le grandi navi non devono più passare dalla Giudecca” scrive su Twitter il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli. “Dopo tanti anni di inerzia, finalmente siamo vicini ad una soluzione definitiva per tutelare sia la laguna che il turismo”.

ZAIA – “L’incidente avrebbe potuto risolversi in una tragedia. Apprendo con sollievo che le condizioni dei feriti non sono gravi” dice il presidente del Veneto, Luca Zaia. “Questo incidente ci fa riflettere nuovamente sul tema del transito delle grandi navi nel bacino di San Marco e lungo il canale della Giudecca e di conseguenza sul loro auspicato allontanamento”.

SINDACO – “Abbiamo avuto un incidente, è andata bene così, quattro contusi e un ferito, stiamo aspettando le notizie, prima le persone. Volevo ringraziare tutte le forze dell’ordine, capitaneria e tutti gli uomini che si stanno prodigando per mettere in sicurezza” la zona, dice il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. Che ha ribadito come le navi non debbano passare per la Giudecca: “E’ l’ennesima dimostrazione che il Canale della Giudecca non è più consentito, non è più pensabile che sia attraversato dalle grandi navi. L’abbiamo detto da otto anni, chiediamo immediatamente l’apertura del Vittorio Emanuele”.

GOVERNO – Da ultimo, il sindaco passa la palla al Governo: “Ho sentito il ministro (Toninelli, ndr), è aggiornato sulla situazione, la sta seguendo e sta cercando le soluzioni che adesso aspetteremo. Ho già detto che aspettiamo di sentire lui, ma adesso dobbiamo urgentemente dare la possibilità alle navi di passare per il Vittorio Emanuele, non devono più passare da San Marco, l’amministrazione comunale su questo si è espressa chiaramente, adesso il ministro decida. Rapidamente”.

STOP REGATA – Sono intanto stati annullati due appuntamenti previsti in Laguna, sia la Regata che il corteo della Sensa, come comunicato dal sindaco via Facebook, spiegando che “dobbiamo dare precedenza ai mezzi di soccorso”.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *