full screen background image
Search

Medieterranea attracca a Lampedusa. Denunciato il comandante !

Medieterranea attracca a Lampedusa. Denunciato il comandante !

Sequestrata dalla Guardia di Finanza della nave Alex approdata nel pomeriggio a Lampedusa. Il Viminale di conseguenza ha disposto lo sbarco dei 46 migranti che verranno trasferiti nell’hot spot dell’isola siciliana. La Guardia di Finanza ha anche denunciato comandante ed equipaggio della barca per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

La Alex di Mediterranea aveva attraccato a Lampedusa poco dopo le 17. La barca a vela, scortata da due motovedette, era entrata in porto dopo aver violato l’alt imposto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini in applicazione del decreto sicurezza- bis. Il molo commerciale era presidiato da polizia e carabinieri ma non è previsto alcun dispositivo per lo sbarco. “Non autorizzo nessuno sbarco di chi se ne frega delle leggi italiane e aiuta gli scafisti. Io denunciato per sequestro di persona? Siamo al ridicolo”, dice Salvini dopo la denuncia della Ong che ha inviato un esposto urgente alla Procura di Agrigento. Le forze dell’ordine hanno infatti verbalmente detto che a tutti, equipaggio compreso, è vietato lo sbarco.

“La situazione è insostenibile, qui c’è gente che ha bisogno di andare in bagno, questo è sequestro di persona”, l’accusa di Alessandra Sciurba, portavoce di Mediterranea. E il parlamentare di Leu Erasmo Palazzotto, che è anche capomissione di Alex, è saltato sul molo violando il divieto di sbarco. Dopo la richiesta di Palazzotto di avere un medico a bordo per controllare la situazione sanitaria, sulla Alex è salita una dottoressa della Asp che sta visitando i migranti che si trovano da due giorni sul ponte del veliero. Secondo quanto è stato riferito ai volontari della Ong l’imbarcazione dovrebbe essere spostata dalla banchina al molo Favaloro per consentire alle persone a bordo di utilizzare i bagni del porto



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *