full screen background image
Search

Vasto incendio a Sarno. Chiuse scuole ed evacuate le case

Vasto incendio a Sarno. Chiuse scuole ed evacuate le case

Quella vissuta dai cittadini di Sarno, in provincia di Salerno, è stata una notte difficile, piena di terrore. Per colpa di un vasto incendio che ha colpito ampie zone del monte Saretto, molti cittadini sono stati evacuati e le scuole rimarranno chiuse.

Il Sindaco, Giuseppe Canfora, e gli assessori hanno chiesto l’intervento dell’esercito per poi affidare a Facebook lo sfogo per la tragedia che ha colpito la zona: “Sarno, non sappiamo più come difenderti”. Ancora sconosciute le cause ma non si esclude la pista dolosa.

Per aiutare la popolazione è stato allestito un centro di prima accoglienza, con beni di prima necessità, nella scuola Baccelli. All’interno hanno trovato riparo molti degli sfollati. Quelli che invece sono rimasti all’interno delle loro abitazioni hanno chiuso le finestre, abbassato le tapparelle, evitato di ingolfare i soccorsi liberando strade e vie di fuga.

Gli interventi e la solidarietà di un’intera Regione

Gli elicotteri, come scrive Repubblica, sono in volo dalle prime luci dell’alba: “Porteranno a termine le operazioni di spegnimento avviate da uomini e donne che questa sera per noi e per la nostra comunità hanno rischiato la loro vita”, ha detto ancora il Sindaco. Il direttore generale della Protezione civile della Regione Campania si tiene in stretto contatto con la Sala operativa regionale e il dirigente della Soru è sul posto.

Sono arrivati da tutta la Campania i volontari di protezione civile accorsi a Sarno per contribuire con i vigili del fuoco alle operazioni di spegnimento dell’incendio di vastissime proporzioni che ha coinvolto ormai l’abitato. Associazioni attivate dalla Sala operativa regionale sono arrivate da Cercola, Massa di Somma, Palma Campania, Pollena Trocchia, Somma Vesuviana, Gragnano, Siano, Pellezzano, Castellammare, Mercato San severino. Altre sono pronte a partire.

Sempre su Facebook è arrivato il ringraziamento del Sindaco: “Grazie ai Carabinieri, alla Polizia di Stato, alla Croce Rossa, ai Vigili del Fuoco, alle Guardie Ambientali, alle Guardie Forestali, alla Protezione Civile, ai Vigili Urbani, alla Provincia, ai tecnici comunali, ai tanti volontari. Grazie ai tanti Sindaci e amministratori per i loro attestati di solidarietà e aiuto. E grazie ai mass-media. Il miracolo si sta compiendo, nonostante il vento forte”.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *