full screen background image
Search

26 nuove Guardie Ambientali Volontarie a Salerno

26 nuove Guardie Ambientali Volontarie a Salerno

Saranno proclamate sabato 24 ottobre, alle 10,30, nell’aula consiliare del Comune di Contursi Terme (Salerno), 26 nuove Guardie Ambientali Volontarie (GAV) formate dall’Ente Riserve Foce Sele Tanagro Monti Eremita Marzano, presieduto dall’architetto Maria Gabriella Alfano, in collaborazione con il Wwf Campania.

L’Ente intende avviare, grazie ai nuovi collaboratori volontari, un più capillare controllo del territorio, assicurando la tutela della risorsa idrica, marina e delle acque interne, la conservazione della risorsa del suolo, la tutela della qualità dell’aria, la conservazione della flora e vegetazione, la prevenzione degli incendi boschivi, la tutela della fauna selvatica, la tutela del paesaggio, il controllo dello smaltimento dei rifiuti.

Il corso, autorizzato con determina presidenziale numero 15 del 17 febbraio 2014, per una durata di 60 ore di cui 40 teoriche e 20 di pratica (stage), era cominciato il 22 aprile del 2014 ed era terminato il 17 ottobre 2014. L’esame intermedio di ammissione allo stage è stato sostenuto il 31 gennaio 2015. Lo Stage è durato dal 12 aprile 2015 al 3 maggio 2015. L’esame finale è stato sostenuto il 3 settembre 2015. Allievi iscritti iniziali erano 40. Gli allievi che hanno superato l’esame finale sono 26.

 

Ecco i nomi delle nuove Guardie Ambientali Volontarie:

Claudio CalabreseMariano CappettaFabio Carleo,Tiziana CatalanoAngela CavalieriAntonio Cavalieri,  Diana CavalieriCaterina CavalloFilippo Cavallo,Marco D’AmatoAngelo Di GeronimoDi Muro GianlucaSalvatore ForlenzaAntonella GrassoCarlo GugliuccielloLaura LuongoFrancesca PastoreLaura PiserchiaMarco RiccaMaurizio RiccaAndrea Rizzo,Antonio Symon RizzoAnna RosamiliaAntonio SabettaFrancesco SeneseAlessandro Vuolo.

Le lezioni teoriche sono state di tipo frontale con l’ausilio di sistemi multimediali e gli argomenti trattati sono stati i seguenti: le funzioni e i poteri delle Guardie Giurate Ambientali Volontarie (Mario Minoliti responsabile delle Guardie Giurate Volontarie WWF-Campania); principi di ecologia, i cicli biogeochimici e la normativa sulla tutela delle aree sottoposte a vincoli (Francesco Pecoraroresponsabile dei servizi tecnici Ente Riserve); la gestione dei rifiuti nel settore agricolo (Giovanni Silenziofunzionario regionale responsabile finanziamenti comunitari (PSR) agro-ambiente); la normativa sul prelievo venatorio in Campania (architetto Piernazario Antelmi  delegato WWF Campania); la normativa sulla gestione delle acque interne (Carlo Monaco sottoufficiale della Capitaneria di Porto di Salerno); la normativa sul maltrattamento animale e le norme di primo soccorso veterinario (dottore veterinario Giambenedetto Chiurmino responsabile WWF per la fauna selvatica); la normativa sugli incendi boschivi (Mario Guariglia dirigente Forestale Regione Basilicata); la normativa edilizia (architetto Mira Normaresponsabile U.T.C. del comune di Campagna); la normativa sulla raccolta dei funghi e della flora endemica rara (Antonio Catone –agronomo forestale- componente della Commissione consultiva dell’Ente Riserve); il riconoscimento della fauna e normativa CITES (ingegnereVincenzo Cavaliere – ornitologo del WWF Campania); il Testo Unico sull’Ambiente -D.lgs. 152/06 e simili (avvocato Luigi De Lisio – esperto in legislazione ambientale, responsabile Italia Nostra sezione di  Eboli e componente della Commissione Consultiva dell’Ente Riserve); la normativa sulla pesca delle acque interne (dottore in legge Matteo Torlino esperto in legislazione sulla pesca);

Lo stage si è svolto affiancando le guardie giurate ambientali volontarie del WWF – Campania nelle consuete attività di vigilanza. In particolare controlli delle attività di pesca, simulazioni di controllo antibracconaggio, simulazioni  controlli di abbandono rifiuti, controllo di eventuali scarichi illegali lungo il corso dei fiumi, riconoscimento avifauna, abusivismo edilizio, simulazione utilizzo radiotrasmittenti ed esercitazioni uso della modulistica in dotazione alle Guardie Giurate del WWF (guardie Ambientali del WWF Fabrizio LulloSalvatore ForlenzaGerardo CerrutiFrancesco GriecoAntonio MorenaAntonio Di Candia).

Tutor dell’intero corso: dottor Francesco Pecoraro.

 Le Riserve Naturali “Foce Sele – Tanagro e Monti Eremita-Marzano” si estendono per quasi diecimila ettari lungo la fascia litoranea che fiancheggia la foce del fiume Sele, sulle sponde dei fiumi Sele ,Tanagro e Calore  e sul massiccio dei monti Eremita e Marzano. L’area protetta interessa trentanove comuni, nelle province di Avellino e di Salerno, e cinque comunità montane. Si tratta di un territorio caratterizzato da qualità ambientale elevata, riconosciuta perfino a livello europeo, come testimonia la presenza al suo interno dei siti di importanza comunitaria (SIC): quello della fascia costiera nei comuni  di Capaccio ed Eboli, quello alla confluenza dei fiumi Sele e Tanagro, quello dell’alto Calore Salernitano, e quello del Monte Eremita. Il territorio comprende una zona umida di interesse internazionale che ospita numerose e rarissime specie vegetali e animali nei comuni di Campagna, Serre e Persano.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *