full screen background image
Search

AFRAGOLA, RICCI (CGIL CAMPANIA): “IN STRADA PER DIRE NO ALLE BOMBE E ALLA CAMORRA.

AFRAGOLA, RICCI (CGIL CAMPANIA): “IN STRADA PER DIRE NO ALLE BOMBE E ALLA CAMORRA.

Napoli, 19 gennaio 2019 – «La lotta alla camorra, alle intimidazioni, alle minacce si combatte anche  con la mobilitazione, il coraggio e il superamento dell’emarginazione. La Cgil è in corteo oggi ad Afragola per dire no alle bombe, per la dignità delle persone, la sconfitta del disagio sociale e la denuncia della mancanza di lavoro. Tutti insieme determinati con le istituzioni, la società civile e le associazioni». Lo dichiara il segretario generale della Cgil Campania, Nicola Ricci, in merito alla manifestazione promossa oggi ad Afragola in seguito agli attentati che hanno colpito numerose attività della città.

Ricci è anche intervenuto sulla revoca, da parte dell’amministrazione comunale di Afragola di quasi il 90 per cento dei terreni che compongono la masseria “Antonio Esposito Ferraioli” bene confiscato alla camorra, gestito da una Ats di cui fa parte, tra gli altri la Cgil di Napoli. «La burocrazia – ha affermato – non può bloccare un simbolo della lotta alla criminalità. La Masseria “Antonio Esposito Ferraioli” è il bene confiscato più grande della provincia di Napoli, che ha risvegliato le coscienze, dando speranza e creando lavoro e solidarietà. Non vogliamo pensare che sia una manovra politica perché, se cosi fosse, si arretra nella lotta alla criminalità in maniera irresponsabile. Queste azioni  – ha concluso Ricci – non rigenerano la fiducia nelle istituzioni che rappresentano il primo baluardo di legalità nei territori».



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *