full screen background image
Search

Anche dal Ministero della Difesa si è detto favorevole ad un ritorno del Corpo Forestale !

Anche dal Ministero della Difesa si è detto favorevole ad un ritorno del Corpo Forestale !

Carabinieri-Forestale: il Ministero della Difesa vuole cancellare l’accorpamento


Si continua a parlare dell’accorpamento tra Forestale e Arma dei Carabinieri, probabilmente uno dei provvedimenti più discussi – lato Forze Armate – approvati dalla precedente amministrazione.

Un provvedimento, ricordiamo, sul quale pende il giudizio di incostituzionalità, con la Corte Costituzionale che il prossimo anno si pronuncerà in merito alla questione sollevata dal Tar dell’Abruzzo, secondo cui il passaggio da Forestale a Carabinieri, quindi da un corpo di ordinamento civile a uno militare, potrebbe aver comportato una violazione del principio di autodeterminazione tutelato dall’articolo 2 della Costituzione.

La sentenza della Consulta arriverà solamente nei prossimi mesi, ma nel frattempo sembra che dal Ministero della Difesa stiano già pensando ad una soluzione per ripristinare la precedente divisione, con la Forestale che tornerebbe al proprio posto.

A parlare di questa possibilità è stato Angelo Tofalo, sottosegretario alla Difesa, il quale rispondendo all’interrogazione del deputato di Forza Italia, Alessandro Battilocchio, ha fatto luce su quello che potrebbe essere il futuro del Corpo Forestale.

Forestale: Ministero della Difesa sta riflettendo sul “ritorno”

Che da parte del Governo Lega-Movimento 5 Stelle ci sia la piena intenzione di ripristinare la situazione precedente all’accorpamento tra Carabinieri e Forestale non è un segreto: nei mesi scorsi, infatti, era stato il nuovo Ministro della Pubblica Amministrazione – l’avvocato Giulia Bongiorno – a definire “folle” la riforma attuata dal suo predecessore, l’allora Ministro Marianna Madia.

Adesso però è arrivata la conferma che anche il Ministero della Difesa è intenzionato a fare un passo indietro. Nel dettaglio, il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo ha confermato che – pur tenendo in considerazione “i limiti imposti dalle prescrizioni dettate dalla riforma Madia” – si stanno valutando tutte le iniziative possibili per ripristinare la situazione precedente all’accorpamento del Corpo Forestale dello Stato all’Arma dei Carabinieri.

Nel contempo Tofalo si è complimentato con l’Arma dei Carabinieri per lo sforzo fatto nell’accogliere il Corpo Forestale dello Stato, specialmente per quel che è stata la riorganizzazione degli assetti.

È grazie a questi, infatti, che è stato possibile preservare la specializzazione forestale e recuperare i livelli di operatività dei reparti. È anche per questo motivo, infatti, che nel caso in cui si decidesse di tornare indietro “disaccorpando” Forestale e Carabinieri non sarebbe così complicato ripristinare la precedente suddivisione.

Ritorno della Forestale in mano alla Corte Costituzionale

Qualsiasi decisione in merito ad un ritorno della Forestale, però, non potrà essere presa prima della pronuncia della Corte Costituzionale in merito alla questione di incostituzionalità sollevata dal Tar abruzzese.

Lo ha confermato lo stesso sottosegretario alla Difesa, rimandando quindi qualsiasi decisione in merito al ritorno del Corpo Forestale al prossimo anno; solo una volta che la Consulta indicherà la strada da seguire il Ministero della Difesa si muoverà in tale direzione.

money



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *