full screen background image
Search

Andria: Per lo Stato era un bracciante agricolo ma, viveva nel lusso !

Andria: Per lo Stato era un bracciante agricolo ma, viveva nel lusso !

Per lo Stato era un bracciante agricolo che dichiarava poche migliaia di euro l’anno, ma in realtà, lui e i suoi familiari conducevano una vita agiata. Ad Andria sono stato sequestrati beni per 1,5 milioni di euro al pluripregiudicato Antonio Agresti, 45 anni, in carcere per svariate rapine ai danni di autotrasportatori.

I beni sequestrati si compongono di “un appartamento e una villa di lusso, tre fondi rustici sui quali insistono altrettanti uliveti, condotti con le più evolute tecnologie a sostegno dell’agricoltura (impianti di irrigazione e di raccolta dei frutti avanzati), due autovetture, due motocicli, nonché conti correnti”.

Dello sfarzo e dell’ostentazione ne prende atto anche il Tribunale del Riesame che, nel valutare i presupposti, argomenta: “[…] è sufficiente la visione delle foto a colori dell’interno dell’abitazione di via Lagnone per cogliere lo sfarzo e l’ostentazione di una ricchezza assolutamente ingiustificata. Basti considerare: le due aquile in pietra sulle colonne all’ingresso, la vasca in marmo con cascata di acqua, l’ascensore interno tutto in vetro che dal garage al piano interrato porta alla mansarda, le porte con borchie dorate, i due camini sia nella camera da letto che in mansarda, i copri water in pelle con incastonati swarovski, soffitti e travi in legno, mobile bar, vasca idromassaggio e box doccia con colonna idromassaggio, pareti imbottite di tessuto, televisori al plasma anche nei bagni, impianto di videosorveglianza con telecamere esterne […]”.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *