full screen background image
Search

Aosta,Forestale festeggia 48 anni con incremento attività anti predoni

Aosta,Forestale festeggia 48 anni con incremento attività anti predoni

L’importanza della “collaborazione tra le Forze dell’ordine per prevenire i reati predatori, soprattutto nelle abitazioni” è stato sottolineata dal presidente della Giunta, Augusto Rollandin (nella foto durante una riunione operativa di Protezione civile), durante le celebrazioni per il 48esimo anniversario del Corpo forestale valdostano. La cerimonia si è svolta oggi, lunedì 21 novembre in concomitanza con le iniziative organizzate per la Giornata nazionale degli alberi, nell’Auditorium delle scuole di Nus.

“C’è da parte della popolazione la paura di alcuni fenomeni criminali – ha detto Rollandin – soprattutto dei furti, che in tutta una serie di circostanze coinvolge e lede l’intimità della famiglia”.

Se non c’è su questo una collaborazione “forte tra tutti i Corpi di polizia – ha sottolineato Rollandin – non si riescono a vincere questi problemi, e nemmeno si riesce a ridare la tranquillità alle famiglie che vogliono poter vivere anche in case isolate, come avviene nelle piccole frazioni che sono per noi la risorsa importante per il mantenimento del territorio”.

Il Presidente della Giunta e Prefetto valdostano ha ribadito che, al contrario di ciò che è accaduto in alcuni casi per altre Forze dell’ordine, il Corpo forestale valdostano, con 14 caserme, “non ha mai abbandonato il presidio sul territorio e ha anzi incrementato l’attività di contrasto ai ladri e agli scassinatori”.

L’assessore regionale all’Agricoltura e Forestazione, Renzo Testolin, ha sottolineato che “Il Corpo forestale è uno dei simboli di cui la Valle d’Aosta può ancora vantarsi, al contrario del resto d’Italia dove le funzioni sono state assorbite” in larga parte “dall’Arma dei carabinieri”.

Un risultato ottenuto grazie “all’intervento sia dell’Amministrazione regionale sia dei parlamentari valdostani che, con i colleghi delle altre regioni a statuto speciale, hanno permesso di promuovere iniziative per sostenere l’esistenza e la possibilità di avere sul nostro territorio” un Corpo “che in Valle ha iniziato il suo lavoro nel 1946”. Per Testolin “Gli agenti forestali sono occhi e braccia dell’Amministrazione sul territorio”.

Il Corpo forestale valdostano (Cfv) dispone di 92 agenti, 38 sovrintendenti, 22 ispettori e 2 funzionari, oltre a Comandante e Vicecomandante per un totale di 156 effettivi.Nel 2015, il Cfv ha denunciato 57 persone (un arresto) per reati ambientali, 15 dei quali relativi a frodi alimentari e commercio di sostanze alimentari nocive. Undici i reati denunciati relativi a uccisione o il maltrattamento di animali e 10 quelli per abbandono di rifiuti.

Sei le denunce per incendio doloso e colposo.Sempre lo scorso anno i forestali hanno comminato 366 sanzioni amministrative (media di una al giorno), per un totale di 209.444 euro. Quanto alla gestione del patrimonio ambientale, nel 2015 il Corpo forestale ha tagliato circa 10 mila piante, corrispondenti a 5600 metri cubi di legname. Sono stati 72 gli incendi boschivi in cui i forestali sono intervenuti, su circa diciotto ettari di superficie.

L’attività fitosanitaria contro la processionaria del pino ha interessato circa 2.800 ettari di pineta, mentre relativamente alla stagione venatoria 2015/16, i forestali hanno controllato la regolarità degli abbattimenti di 908 camosci, 1122 caprioli, 341 cervi, 272 lepri, 448 cinghiali e 123 esemplari di altre specie.

aostacronaca.it



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *