full screen background image
Search

Arrestato in flagranza di reato il piromane di Mirto (Me) !

Arrestato in flagranza di reato il piromane di Mirto (Me) !

I carabinieri della compagnia messinese di Sant’Agata di Militello hanno arrestato in flagranza di reato il piromane di Mirto. L’uomo è stato ora arrestato.

I carabinieri della compagnia messinese dopo i gravi fatti della scorsa estate, con l’approssimarsi della primavera hanno pianificato mirati e strutturati servizi di osservazione, controllo e monitoraggio dei siti d’interesse per prevenire incendi di matrice dolosa, dei siti di interesse per prevenire incendi di matrice dolosa, colposa o naturale.

Ieri i carabinieri della stazione di Mirto avevano notato una colonna di fumo alzarsi in località collinare Monte Pagano, prontamente si dirigevano in quella direzione, bloccando l’unica strada interpoderale di accesso all’area dove era parcheggiata l’auto di un allevatore, già attenzionato dai carabinieri. Era lui l’uomo sospettato di essere l’autore degli incendi recenti avvenuti nella stazione calda.

Le forze dell’ordina hanno ispezionato la zona circostante ed individuano un soggetto che scappava precipitosamente dal luogo interessato dalle fiamme. I militari hanno raggiunto e bloccato l’uomo, poi identificato in Liuzzo Scorpo Gaetano Sebastiano, 39 anni, allevatore, trovato in possesso di un coltello a serramanico di genere vietato e due accendini.

Spento l’incendio, il personale intervenuto ha ispezionato i luoghi. Il fuoco era stato appiccato in cinque punti diversi ed alimentato dal forte vento che aveva bruciato già 500 metri quadrati di macchia mediterranea.

Alla luce dei fatti i carabinieri procedevano ad arrestare il piromane e a porre sotto sequestro il materiale trovato in possesso dell’incendiario. Informata l’autorità giudiziaria l’uomo è stato portato agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di conalida.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *