full screen background image
Search

Aspiranti Allievi Agenti della Polizia di Stato esclusi dallo scorrimento in graduatoria

Aspiranti Allievi Agenti della Polizia di Stato esclusi dallo scorrimento in graduatoria

rrrr-1

Condividiamo e sosteniamo questa assurda vicenda che ha coinvolto gli aspiranti di un concorso della Polizia di Stato del 2017, che ancora ad oggi, si trovano con un pugno di mosche in mano, anzi scavalcati da altri candidati con voti non paragonabili e requisiti inferiori.

Alleghiamo di seguito l’analisi della vicenda e la lettera inviata dagli stessi al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per far conoscere la loro vicenda e prendere il dovuto interessamento in merito.

Antonio David – Forestalinews


 

Gentilissima Redazione, come fatto nei mesi scorsi ci rivolgiamo a voi relativamente alla nostra questione. In breve, siamo aspiranti allievi agenti della Polizia di Stato che nel 2017 abbiamo partecipato al concorso per agenti di Polizia ma che purtroppo ci siamo visti esclusi dallo scorrimento della graduatoria per via una legge approvata dal precedente governo, fortemente voluta dalla Lega, che ha visto cambiati i requisiti a posteriori. Nello specifico il bando prevedeva come requisiti di partecipazione limite di età 30 anni non compiuti e titolo di studio richiesto diploma di scuola secondaria di primo grado. La legge ha previsto l’applicazione allo scorrimento della graduatoria del concorso al quale avevamo partecipato nel 2017, dei nuovi requisiti che escludessero quanti alla data del 1 gennaio del 2019 avessero compiuto il ventiseiesimo anno di età e quanti non avessero conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Ad oggi, dopo aver presentato ricorso presso il Tar del Lazio, siamo stati ammessi in via cautelare a sostenere le prove per la verifica del possesso dei requisiti fisici, psichici e attitudinali, tenutesi nei mesi da maggio ad agosto 2019, e abbiamo conseguito l’idoneità mediante la quale verosimilmente saremmo dovuti essere stati avviati alla frequentazione del corso di formazione per allievi agenti iniziato il 29 agosto. Così non è stato purtroppo, e siamo quindi stati “scavalcati” letteralmente da candidati con voti conseguiti nella prova scritta del concorso di gran lunga inferiori rispetto ai nostri che, essendo in possesso dei nuovi requisiti introdotti, sono stati ammessi al corso di formazione.

Al fronte di questa grave ingiustizia e discriminazione che abbiamo subito, ad oggi chiediamo il vostro appoggio a condividere la nostra battaglia. Dato l’avvicendamento della nuova compagine di governo è nostra intenzione far arrivare il nostro messaggio al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che vi inviamo e chiediamo gentilmente di condividere. In anticipo, ci teniamo a ringraziarvi per la solidarietà e per la disponibilità. Restando a disposizione per ogni eventuale chiarimento in merito, porgiamo i nostri più cordiali saluti.

Lettera al Presidente Contepng_Page1 Lettera al Presidente Contepng_Page2 Lettera al Presidente Contepng_Page3



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *