full screen background image
Search

Asti. Per il taglio degli alberi bisogna concordarsi con lo Sportello Forestale !

Asti. Per il taglio degli alberi bisogna concordarsi con lo Sportello Forestale !

La stagione dei tagli boschivi è iniziata il 1° ottobre e proseguirà fino al 31 marzo per i boschi che si trovano nelle aree protette astigiane e piemontesi, 15 aprile per tutte le altre zone.

Per l’Astigiano è attivo uno Sportello Forestale gestito dal Parco Paleontologico Astigiano.

E’ aperto ogni martedì, dalle 8.30 alle 12.30, a Palazzo del Michelerio (corso Alfieri 381, Asti) e segue le pratiche riguardanti tutto il territorio astigiano e in particolare, le aree protette astigiane (Parco di Rocchetta, Riserve Naturali di Valle Andona, Valle Botto, Valle Grande e Val Sarmassa) e i quattro siti di interesse comunitario di Asti e Rocchetta.

“Allo Sportello Forestale – ha spiegato Carlo Carbonero, responsabile della vigilanza del Parco Paleontologico – devono rivolgersi i proprietari dei boschi situati nelle aree protette e nei SIC per concordare preliminarmente, con i guardiaparco, il sopralluogo nelle zone in cui intendono abbattere gli alberi. Successivamente al sopralluogo, attraverso una specifica procedura informatizzata, lo Sportello Forestale provvederà a inoltrare alla Regione, per conto dell’interessato, la Comunicazione semplice, fornendo al contempo anche informazioni su consistenza e caratteristiche del bosco su cui si procederà al taglio”.

Fatti salvi gli abbattimenti che prevedono prelievi inferiori ai 150 quintali, per tutti gli altri la comunicazione è obbligatoria: chi non la presenta potrebbe incorrere in sanzioni.

“Tagliare i boschi – sottolinea Carbonero – è legittimo e sacrosanto, ma ci sono leggi e regolamenti da rispettare. Nella passata stagione silvana sono state presentate allo Sportello Forestale di Asti circa 250 comunicazioni semplici, di cui circa 200 nelle aree protette e nei SIC per le quali è stato fatto il sopralluogo preliminare da parte dei guardiaparco. In alcuni casi, per fortuna ridotti, le verifiche sui tagli eseguiti hanno portato ad accertare violazioni alle norme o alle prescrizioni imposte ai proprietari: 6 mila euro il valore complessivo delle sanzioni comminate”.

Per avere informazioni sullo Sportello Forestale, sui tagli boschivi e sui documenti da produrre collegarsi al sito www.astipaleontologico.it o telefonare allo 0141.592091.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *