full screen background image
Search

Avvisi di Garanzia al Territorio Ambiente. Cordaro ruota i vertici dell’Assessorato

Avvisi di Garanzia al Territorio Ambiente. Cordaro ruota i vertici dell’Assessorato

Una mega rotazione delle figure apicali nell’assessorato Territorio e ambiente al centro dell’indagine del caso Arata: il faccendiere vicino alla Lega e, secondo i pm, socio occulto del re dell’eolico Vito Nicastri, accusato a sua volta di essere in rapporti con il cerchio magico di Matteo Messina Denaro. Una indagine che ha coinvolto le procure di Palermo e Roma e che ha già portato ad avvisi di garanzia inviati all’ex capo di gabinetto dell’assessore al Territorio Toto Cordaro, Vincenzo Palizzolo, e al capo della commissione regionale Via- Vas Alberto Fonte: una commissione chiave dalla quale passano le autorizzazioni ambientali per una miriade d’investimenti.

L’assessore Cordaro e il dirigente generale Giuseppe Battaglia nei giorni scorsi hanno colto l’occasione per avviare una grande rotazione e hanno firmato i decreti per cambiare i vertici di tutto il dipartimento Ambiente. Un dipartimento molto delicato: da questi uffici transitano tutti gli appalti e gli investimenti presentati da imprese e privati nell’Isola. E lo stesso dipartimento gestisce il demanio marittimo, un altro grande affare.
Alla guida dell’ufficio autorizzazioni è stato trasferito il dirigente Mario Parlavecchio: l’ex deputato ora si occuperà di fondi europei. Al suo posto va Salvatore Di Martino, che arriva dall’area Affari generali. Al posto di Fonte alla guida della commissione Via-Vas, come annunciato però già del governatore Nello Musumeci, va il professore universitario Aurelio Angelini, già consulente in materia rifiuti del presidente della Regione.
Ma il cambio varato da Cordaro e Battaglia riguarda davvero tutto il dipartimento Ambiente.

Ecco i nuovi dirigenti: al demanio marittimo va Salvatore Di Salvo, che dovrà gestire le oltre tremila concessioni sulle spiagge. Alla guida dell’ufficio provinciale di Palermo del dipartimento Ambiente va Salvatore Ansà, in quello di Messina Giampaolo Nicosia, a Catania Antonio Lo Dico, ad Agrigento Olimpi Campo, a Trapani Pietro Miceli e a Siracusa e Ragusa Francesco Moscuzza. Alla guida di un altro ufficio chiave, quello sulla pianificazione ambientale, confermato Rosario Lazzaro. Agli Affari generali, al posto di Di Martino, va Renato Saverino.

Cordaro e Battaglia hanno varato anche una svolta per « dare trasparenza a tutto il dipartimento » : entro la prima settimana di settembre sarà pubblicato sul portale online dell’assessorato tutto il protocollo in materia di autorizzazioni ambientali. Cioè l’elenco con le domande presentate da imprese e privati in ordine cronologico. Così si eviteranno pressioni interne per cambiare l’ordine delle domande e far andare avanti quelle con lo sponsor giusto. Inoltre sarà pubblicato l’elenco di tutte le concessioni demaniali, con i canoni versati e l’ampiezza della concessione. Un’altra rivoluzione.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *