full screen background image
Search

Bianchi si presenta solo con 350 milioni per la manovra finanziaria !

Bianchi si presenta solo con 350 milioni per la manovra finanziaria !

Sindacati preoccupati e imprese sul piede di guerra. Non va proprio nel migliore dei modi l’incontro tra l’assessore all’Economia Luca Bianchi e le parti sociali sulla manovra-bis che questa sera andrà in giunta. La Cgil non è per nulla soddisfatta: “A fronte di 500 milioni impegnati, la manovra dà risposte solo per 300 milioni  –  dice il segretario regionale Michele Pagliaro  –  cento capitoli azzerati tra quelli che hanno meno di un milione di euro. Altri capitoli vengono tagliati del 20 per cento e del 50 per cento. Tagliati del 30 per cento i fondi ai Comuni per disabili e malati psichici. Sullo sviluppo invece non c’è più un euro. Per noi è inaccettabile colpire i più deboli. Non ci ci sono fondi per la cassa integrazione in deroga”.

Ancora peggiore il commento della Cna, l’associazione di categoria delle imprese artigiane: “Una proposta inaccettabile, che si limita al pagamento degli stipendi di 140 mila dipendenti diretti e indiretti dimenticando gli altri 5 milioni di siciliani: nella ‘manovra-bis’ del governo regionale, infatti, non c’è alcuna traccia di misure per lo sviluppo”, dice Mario Filippello, segretario regionale della Cna.

“Questa manovra di fatto si limita a coprire il pagamento degli stipendi di regionali e forestali  –  prosegue Filippello  –  ma rinvia ogni misura per sostenere lo sviluppo e il lavoro produttivo.  La classe dirigente di questa Regione si fermi e ascolti la voce della Sicilia che produce e che lavora. Al governo e al parlamento chiediamo di assumersi le loro responsabilità di fronte ad una situazione difficilissima: servono misure per il sostegno alle imprese e per il credito, e soprattutto bisogna riaprire la concertazione con le parti sociali per utilizzare i fondi europei a disposizione, sia quelli residui del programma 2007/2014 che quelli del programma 2014/2020”.

L’assessore Bianchi cerca di gettare acqua sul fuoco e assicura un tavolo permanente di confronto con le parti sociali: “All’incontro con il partenariato economico e sociale, in occasione della presentazione delle linee generali della nuova manovra finanziaria, che ha messo in evidenza lo stato particolarmente difficile della congiuntura economica regionale e i vincoli stringenti di tenuta dei conti pubblici  –  dice Bianchi –  ringrazio i rappresentanti dei soggetti istituzionali e delle forze economiche e sociali presenti all’incontro,  e rilancio la volontà di intraprendere un nuovo percorso costruttivo di collaborazione per il buon governo.

Su tutte le risorse disponibili, ordinarie e straordinarie, regionali ed extraregionali, da impiegare per lo sviluppo della Sicilia e la coesione economica, sociale e territoriale, opererà un “Tavolo permanente per la programmazione economica e finanziaria della Regione”, che si riunirà con cadenza mensile, anche attraverso commissioni specifiche a cui parteciperanno organi politici e tecnici dell’amministrazione regionale”.

larepubblica



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *