full screen background image
Search

Cagliari: si finge volontario ma appicca fiamme, arrestato

Cagliari: si finge volontario ma appicca fiamme, arrestato

ANSA) – CAGLIARI, 3 LUG – Ha chiamato il Corpo forestale dicendo di aver sentito due sconosciuti mentre si organizzavano per appiccare un rogo, ma in realtà le fiamme le aveva appiccate lui, visto che voleva accreditarsi con la Forestale stessa come persona di fiducia poiché che stava cercando di costituire un’associazione di volontariato per antincendio e cercava di ottenere finanziamenti. Arrestato per incendio boschivo doloso Michelino Monni, 37 anni di San Vito (Cagliari).
È il primo arresto in flagrante eseguito quest’estate dal Corpo forestale della Sardegna per incendio boschivo doloso.
L’episodio è avvenuto alle 14, a San Vito, in località Muscudda.
Il rogo si è anche avvicinato alle case. Per domarlo sono dovute intervenire numerose squadre a terra di Forestali, volontari ed Ente Foreste e un elicottero decollato dalla base di Pula.
L’uomo, qualificandosi come volontario antincendio, secondo quanto ricostruito dalla Forestale, in mattinata aveva segnalato al numero di emergenza 1515 di avere sentito al bar del paese che due sconosciuti avrebbero appiccato un incendio alla periferia del paese in località Muscudda. Gli agenti si sono subito insospettiti. Poco dopo Monni ha richiamato dicendo che “si era appostato e l’incendio era partito proprio nel punto dove aveva sentito i due sconosciuti conversare ma non aveva visto nessuno”.
Sul posto sono subito arrivate le pattuglie del Corpo forestale di Muravera e San Nicolo Gerrei, che hanno individuato l’uomo. Messo alle strette, dopo un lungo interrogatorio, ha ammesso le proprie responsabilità e ha fatto ritrovare ai Forestali anche l’accendino con il quale aveva appiccato le fiamme. Ha anche ammesso di essersi inventato tutto circa il dialogo sentito al bar. (ANSA).

Vetrina Ricami


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *