full screen background image
Search

Calabria, proposte per valorizzare il patrimonio Forestale

Calabria, proposte per valorizzare il patrimonio Forestale

Proprio in queste settimane, lungo i territori delle province di Crotone, Catanzaro e Vibo Valentia, i lavoratori forestali sono stati impiegati nella manutenzione della viabilità forestale e rurale, delle opere di raccolta delle acque superficiali, nella pulitura di pozzetti e tombini, in interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico, nel recupero di aree di particolare valenza ecologica e ambientale per migliorare il drenaggio delle acque ed il convogliamento degli impluvi naturali, oltre che la rimozione di materiale vegetale e non, presente negli alvei e nei canali di raccolta, sia nei perimetri urbani che periurbani.

Lavori questi importanti e fondamentali anche alla luce dei fatti alluvionali dei mesi scorsi che hanno colpito la nostra regione, segnandola drammaticamente. Un duro lavoro, dunque, fatto da lavoratori forestali impiegati dall’azienda Calabria Verde e dai Consorzi di Bonifica i quali pur tra mille difficoltà anche a livello organizzativo, si impegnano per contribuire col loro senso di responsabilità e con professionalità all’opera di prevenzione e salvaguardia idrogeologica ed ambientale dei nostri territori, e che dimostrano inequivocabilmente come questi lavoratori siano una preziosa risorsa. Il loro lavoro merita ancora una volta di essere riconosciuto per la sua valenza, e ci spinge, come Flai-Cgil Area Vasta di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, a sensibilizzare ed evidenziare come la cura del territorio e la sostenibilità ambientale formino il pilastro di un nuovo modello di sviluppo e di sicurezza: la nostra realtà, rende urgente la tutela, la salvaguardia, la prevenzione e il costante monitoraggio del territorio, particolarmente nelle zone di interesse rurale e boschivo, confermando l’importanza protettiva dei boschi e della vegetazione che, unitamente alla corretta gestione degli alvei fluviali e della viabilità rurale, costituiscono una reale difesa del territorio e del paesaggio. Come Flai-Cgil Area Vasta, allora, riteniamo necessari degli interventi nell’ambito di una nuova politica forestale, costruita su obiettivi di più ampio respiro, siano essi protettivi, economico-produttivi e sociali e totalmente innovativi rispetto alla marginalità in cui il settore è stato relegato sino ad oggi. Per questo, crediamo opportuno rilanciare le nostre proposte per elaborare un sistema agro-ambientale-forestale fondato certamente sulla reale tutela del territorio, dell’ambiente, del paesaggio e della biodiversità contro dissesto e desertificazione, ed anche con la riqualificazione, la stabilizzazione ed il miglioramento delle tutele delle lavoratrici e dei lavoratori forestali, garantendo anche il ricambio generazionale. Occorre stabilizzare e qualificare il lavoro e immettervi energie fresche e nuove professionalità. Tutte questioni,per le quali, come Flai-Cgil Area Vasta, puntiamo ad avere la massimaattenzione del governo regionale, passando dagli enti locali, per finire al governo nazionale.

Battista Platì

Segretario Generale Flai-Cgil Area Vasta CZ-KR-VV



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *