full screen background image
Search

Decelerazione per l’antincendio, non ci sono le condizioni per iniziare a breve !

Decelerazione per l’antincendio, non ci sono le condizioni per iniziare a breve !

Le procedure per l’avviamento al lavoro degli operatori del comparto antincendio hanno subito una decelerazione. Ieri, infatti, dal secondo incontro consecutivo tra la dirigenza dell’Ispettorato ripartimentale ed i sindacati, è emersa la necessità di provvedere alla produzione degli atti necessari alla registrazione dell’impegno di spesa per la campagna estiva. Un adempimento che sembra inevitabilmente allungare i tempi per l’inizio delle attività. Ieri, il dirigente capo dell’Ispettorato dott. Antonino Emanuele, ha nuovamente ricevuto il segretario della Flai-Cgil Manuel Bonaffini, il segretario provinciale della Fai-Cisl Filippo Bartolotta ed il segretario provinciale della Uila-Uil Franco Guida.Proprio quest’ultimo, al termine della riunione, ha spiegato: «Siamo giunti ad un momento di pausa. Ciò in quanto è prevenuta una nota del Dipartimento regionale che blocca le procedure di assunzioni e poiché si aspetta che l’irf nisseno, come tutti gli ispettorati siciliani, produca gli atti per la registrazione degli impegni di spesa. Al momento, non sembra ci siano le condizioni perché ciò avvenga a breve». A questo punto, quando si prevede l’avvio della campagna antincendio? «Secondo le nostre stime iniziali – ha affermato Guida -, i lavori sarebbero potuti iniziare tra i! 26 ed i! 27 giugno; adesso, considerato lo stato delle cose, si potrebbe partire ai primi di luglio; evidentemente, chi rappresenta l’Ispettorato di Caltanissetta non se la sente di accelerare i tempi. Ci si è aggiornati, comunque, a lunedì prossimo per verificare la situazione, anche se già domani (oggi n. d. r.) si apriranno le buse per la designazione del medico che sottoporrà a visita gli operatori antincendio: saranno verifícate le condizioni di tutti i lavoratori (che in provincia sono 504 n. d. r), quando si sa che quest’anno è previsto un “taglio” del 20% sulle unità (105 operatori saranno dirottati alla manutenzione). I sindacati, posto che alcuni operai hanno già svolto delle giornate in Azienda, hanno chiesto di considerare tali giornate nei “tagli”, in modo che i lavoratori per l’antincendio fossero 420: su questo punto insisteremo».
CLAUDIO COSTANZO

Vetrina Ricami


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *