full screen background image
Search

FORESTALI, BILANCIO 2012, 36MILA SERVIZI E 1200 ORE DI LAVORO AL GIORNO

(AGENPARL) –  Gorizia, 12 lug – La festa di San Gualberto è come ogni anno il momento per tracciare un quadro dell’attività svolta dai forestali nell’anno precedente.
Fanno parte del Corpo Forestale Regionale (CFR) oltre 250 persone, uomini e donne, distribuiti in ventisei stazioni forestali, a presidio del territorio. 
E in quattro strutture specialistiche deputate: alla protezione dell’ambiente e della salute, alla tutela dei prodotti agroalimentari, alla difesa della flora e della fauna, alla salvaguardia dei boschi dagli incendi. 


Nel 2012 ii CFR ha operato oltre 36 mila servizi, di cui oltre 2200 per la tutela dei parchi e delle aree protette, oltre 2500 per proteggere la viabilità forestale, oltre 1500 per tutelare la flora e la fauna, e altrettanti per il controllo della raccolta dei funghi e dei tartufi, oltre 2200 servizi per il controllo delle discariche e del trasporto (o abbandono) di rifiuti, oltre 3200 per la vigilanza venatoria, oltre 400 per il controllo nel settore agroalimentare e degli OGM, oltre 700 in materia di polizia veterinaria, oltre 1100 per la vigilanza nelle acque interne.
E ancora, 500 servizi per l’educazione rispetto alla prevenzione ambientale, 500 per la redazione del Bollettino della neve e delle valanghe, oltre 2500 nel contesto antincendi boschivi, quasi 500 per il soccorso sulle piste da sci, 1700 per la vigilanza sul demanio regionale, un migliaio per attività di Polizia Giudiziaria e Pubblica Sicurezza su delega dell’autorità giudiziaria, oltre 1400 per la consulenza nelle materie di competenza del CFR.
Secondo il Corpo Forestale Regionale, nel settore degli incendi boschivi il 2012 si può considerare un’annata di media pericolosità, caratterizzata da parecchi incendi di piccole dimensioni e da alcuni di dimensioni medio-grandi, rivelatisi piuttosto problematici. 
Nel 2012 gli incendi di bosco sono stati 187, dei quali 11 di origini naturali, ovvero scatenati dalla caduta di fulmini, 21 di natura colposa, 85 di carattere doloso, 70 definiti con cause non classificabili: hanno distrutto circa 800 ettari di vegetazione. Gli interventi antincendio hanno impegnato complessivamente i forestali per circa 3700 ore di lavoro. 
Per rendere l’ambiente naturale del Friuli Venezia Giulia più sicuro, pulito, salubre e accogliente, ogni giorno il personale forestale è impegnato complessivamente per circa 1200 ore di lavoro.

Vetrina Ricami
Vetrina Ricami


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *