full screen background image
Search

Forestali, cavallo di troia per sindacalizzare i carabinieri?

Forestali, cavallo di troia per sindacalizzare i carabinieri?

l'uff

Qualcuno comincia a rendersi conto che quella che per ora è solo una ipotesi, cioèl’assorbimento del Corpo forestale da parte dell’Arma dei carabinieri, rischia di diventare un vero e proprio cavallo di troia per la “benemerita” che potrebbe ritrovarsi da subito sindacalizzata e nel breve/medio periodo anche smilitarizzata, mettendo per altro fine ad una anomalia tutta (e solo) italiana.

Alla Camera in questi giorni sta andando avanti il disegno di legge delega targato Madia sulla riforma della pubblica amministrazione che prevede tra l’altro, come è noto, la riorganizzazione delle funzioni di polizia ambientale e l’assorbimento del Corpo forestale in un’altra forza di polizia. Da quel che se ne sa, per il premier Renzi non esiste una strada preordinata, ma anche i sassi sanno che il comando generale dell’Arma sta premendo fortissimamente per incamerare i forestali, acquisire in via esclusiva le funzioni di prevenzione e contrasto dei reati ambientali, incrementare il proprio numero di caserme e reparti. C’è però un problema che in molti avevano trascurato e che sta facendo tremare i polsi a viale Romania: il rischio sindacalizzazione. Infatti, le organizzazioni che rappresentano i forestali – Sapaf in testa – hanno annunciato un ricorso alla Corte di Giustizia europea in caso di assorbimento da parte dell’Arma con l’obiettivo dichiarato di non far perdere ai lavoratori in divisa i diritti acquisiti in anni di battaglie e le prerogative sindacali che sono costituzionalmente garantite.

In tal senso, la raccomandazione europea n. 2001/10 Rec., sottoscritta anche dall’Italia, e ancor più la sentenza della Corte di Giustizia europea n. 32191/09 del 2.10.2014 sanciscono il diritto del personale di polizia a beneficiare degli stessi diritti civili e politici degli altri cittadini e giudicano illegittimo il divieto di costituzione di sindacati e associazioni professionali nei corpi ad ordinamento militare.

Autorevoli fonti fanno sapere che le probabilità di un accoglimento del ricorso dei forestali sono altissime, ma non solo. Una volta sindacalizzati i carabinieri correrebbero il rischio di vedere cadere un altro tabù, quello dello status militare. Da questo punto di vista in Parlamento sono presenti anche delle proposte di legge care ad una parte del Pd, di Sel e anche del Movimento 5 Stelle. Senza contare la storica battaglia dei radicali. Insomma, i forestali “carabinierizzati” potrebbero diventare una grana per l’Arma. Forse alla fine il vero, inconfessato obiettivo del governo era ed è proprio questo? Staremo a vedere.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *