full screen background image
Search

Forestali Siciliani, un grido comune: “Tutta colpa dei sindacati” !

Forestali Siciliani, un grido comune: “Tutta colpa dei sindacati” !

Un problema assai caro a tutti e, un problema che non trova una via di sbocco. È quello del settore Forestale con problematiche che si accavallano giornalmente e situazioni di fatto che non trovano una via d’uscita da chiunque lato si guardi.

Che politica e sindacati camminano a braccetto da tanto tempo lo sanno anche i gatti e questo purtroppo sono i problemi attuali del comparto forestale. Una voce che racchiude tante situazioni a discapito di lavoratori che chiedono aiuto per andare davanti , chiunque sia il colore o sigla di base. Tutte promesse e prese di posizione che si limitano al pour parler con accordi e decisioni prese in anticipo e, tentando sempre di limare la questione senza mai definirla definitivamente…

Anni e anni di prediche che si aggrappa al solo contratto firmato dopo 15 anni circa e con tutti gli annessi e connessi con tanti punti morti per non dire sconcertanti. Un governo d’altronte che, basta poco per tenere a bada 17mila Forestali a cui bastano le giornate di garanzia.Popolo che disdice continuamente la propria adesione al Sindacato e a cui pesa quella trattenuta sindacale che non porta a niente di buono, tanto vale impegnare il contributo diversamente e non buttarlo al vento…. Manca il sindacato di una volta, quello costruttivo e non distruttivo di oggi, con escalation di carriera di gente a cui basta poco per essere promosso segretario o rappresentante provinciale,regionale, ecc.

Oggi (quando ?) vengono nei cantieri hanno già il timore di essere attaccati e criticati in tutte le salse visto che ripetono le stesse cose da anni e portano risultati solo a loro stessi. Stipendi e trasferta solo per il proprio tornaconto, mentre i lavoratori devono  bussare o telefonare in azienda per avere notizie del loro stipendio….Diritti calpestati altro che avuti, diritti tolti da coloro che dovrebbero proteggerli e condurli  alla retta via, quindi..

Non hanno mosso un dito sul continuare nel mese di agosto, non hanno battuto ciglio nel far proseguire la stagione lavorativa visto l’allerta incendi, hanno solo barattato per un giorno in più o in meno da effettuare per togliere a Tizio e dare a Caio. Non si conoscono i tempi degli stipendi, non si parla più di riforma del settore, non si parla di allungare le giornate lavorative per non parlare di stabilizzazione, si parla solo di antincendio, qualifiche caposquadra per accomodarsi tra loro e magari andare a svolgere la mansione nella manutenzione. Non si parla più di dividere le due graduatorie, quel maledetto art. 12 che tutti maledicono ancora.

Sono tante le problematiche e le lamentele che si raccontano e arrivano a Forestalinews, ognuno con la sua storia e ognuno con le proprie ragioni ma, allora il torto chi se lo accolla ? Basta salvare le apparenze, è giusto mettere le carte in tavola e chiarire i malumori di tanta gente !

ppppll



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *