full screen background image
Search

FORESTALI VIGILANO SU RISCHIO SICCITA’

incendi boschiTrieste, 14 ago “Il Corpo forestale regionale sta vigilando sullo stato di sofferenza dei boschi colpiti dalla siccità di queste ultime settimane, anche al fine di valutare per tempo l’eventuale insorgere di patologie che potrebbero danneggiarli”. Ne dà notizia il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello. I tecnici del Corpo Forestale




Regionale, infatti, segnalano che le elevate temperature che hanno caratterizzato la prima decade di agosto, superando la soglia dei 35 gradi anche nei fondovalle dell’area montana, e la prolungata assenza di precipitazioni significative, stanno infatti provocando, oltre ai noti, gravi incendi boschivi, una situazione di sofferenza non solo alle coltivazioni agricole ed ai prati, ma anche ai boschi. Vaste superfici a latifoglie stanno virando la colorazione alle tonalità tipiche di inizio autunno ed è stata anticipata di molto anche la caduta delle foglie. Il fenomeno è particolarmente evidente nei boschi di Carpino nero ed Orniello, che si trovano sui versanti più esposti al sole e sono caratterizzati da terreni di origine calcarea, ma si sta espandendo ai boschi di faggio. In quest’ultimo caso il fenomeno è del tutto inusuale ed è probabilmente dovuto al fatto che le abbondanti precipitazioni primaverili e di inizio estate hanno favorito la formazione di una chioma molto espansa, che la pianta non è in grado ora di rifornire adeguatamente d’acqua.
“I boschi della nostra Regione sono un patrimonio vivente – sottolinea Bolzonello – che dobbiamo ancora valorizzare sotto tanti punti di vista, tra gli altri impegnandoci anche a diffondere tra i giovani una forte cultura naturalistica. Quanto sono preziose le nostre foreste non lo si dovrebbe scoprire soltanto quando scoppia un incendio”.

Vetrina Ricami
Vetrina Ricami


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *