full screen background image
Search

I Forestali vogliono le scuse da Musumeci. “Ci sentiamo tutti tirati in ballo” !

I Forestali vogliono le scuse da Musumeci. “Ci sentiamo tutti tirati in ballo” !

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci recandosi a Monreale per prendere atto dei danni incendiari che ha subito il territorio, ha dettato alcuni punti legati soprattutto al mettere quanto prima in sicurezza l’intero territorio danneggiato. A domanda dei giornalisti in genere  ha parlato dei lavoratori forestali affermando che nella stragrande quantità di brava gente , si nascondono anche i cosidetti “manipoli di delinquenti”

Certo una dichiarazione  che non è passata “inosservata” per gli addetti ai lavori ove sui social sta montando una questione negativa per una serenità che dovrebbe esserci e per una realtà che si contraddistingue da tutti i lati. La maggior parte dei lavoratori ostenta negatività nei confronti del presidente, vista la passività del suo governo e, seppur ha parlato di una minima parte di lavoratori, tutti si sentono tirati in ballo. Certo anche la politica può essere additata come un “manipolo di delinquenti”, visto le attualità generali da Nord a Sud ma ciò non toglie che Tizio e Caio siano la stessa cosa, anzi …. Non è mancatala risposta di Antonio Ferrante del Pd siciliano-  Ho letto dichiarazioni gravissime da parte del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che, per giustificare l’incapacità del suo governo di prevenire e spegnere efficacemente gli incendi che stanno devastando la Sicilia, si spinge al punto da affermare che ad appiccare roghi, oltre ai piromani, sarebbero addirittura una o due guardie forestale su dieci, arrivando al punto di dire che occorre controllare l’intero corpo. Capiamo il bisogno di Musumeci di emulare il linguaggio del suo nuovo leader Salvini, ma non possiamo accettare che il Presidente della Regione induca strumentalmente nei siciliani sfiducia e terrore nei confronti del corpo forestale, al quale deve andare il nostro più sincero ringraziamento per l’impegno quotidiano speso a nostra tutela”.

Quindi ,Affermazioni che porteranno ancora malumori e contrasti in un settore su cui i problemi regnano sovrani e dove tuta la categoria attende qualcosa di diverso proprio dopo aver sentito dire dalla politica regionale attuale che quanto prima la situazione doveva cambiare e rasserenare un ambiente che ha bisogno di ripartire con altri intenti. Anche i grandi o i saggi dovrebbero inchinarsi alla realtà dei fatti !

kkkkk



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *