full screen background image
Search

Foreste, Corpo FVG: 40 mila servizi di vigilanza nel 2014

Foreste, Corpo FVG: 40 mila servizi di vigilanza nel 2014

(AGENPARL) – Tramonti di Sopra (PN), 13 lug – Sono stati 40 mila i servizi di vigilanza svolti dal Corpo forestale regionale nel 2014 nei settori caccia, pesca, foreste protezione della natura, ambiente, agroambiente (OGM). Il dato, che conferma la leggera ripresa rispetto al picco negativo del 2012, è stato reso noto ieri, nel corso della celebrazione del santo patrono San Giovanni Gualberto a Tramonti di Sopra, alla presenza dell’assessore regionale alle Risorse Forestali Cristiano Shaurli. I controlli puntuali sono stati 31 mila, confermando anche in questo caso il leggero trend di crescita iniziato nel 2013 dopo alcuni anni di forte flessione. Dal 1° gennaio 2015 il Corpo forestale regionale (CFR) ha 255 persone, delle quali 170 prestano servizio nelle 27 Stazioni forestali. Per quanto riguarda la distribuzione tra i diversi settori si evidenzia anche per il 2014 una concentrazione dei controlli in tre attività: vigilanza in ambito boschivo-selvicolturale (circa 5.500 controlli pari al 18 p.c.), venatoria (quasi 5.000, pari al 16 p.c.) e in materia di pesca (quasi 3.000, pari al 10 p.c.). Rispetto al 2013, quando questi tre settori rappresentavano oltre un terzo dei controlli, nell’arco del 2014 la situazione si è ulteriormente evoluta tanto da rappresentare ben il 44 per cento dei controlli effettuati. Per la tutela ambientale (rifiuti, inquinamenti, discariche e cave) sono stati effettuati 2.500 controlli, con andamento sostanzialmente stabile negli anni (2.700 nel 2011, 2.400 nel 2012, 2.900 nel 2013). Ancora in crescita il dato dei controlli nelle aree protette e per i prati stabili naturali (2.200 controlli; erano 2.000 nel 2013). Di rilievo anche gli oltre 1.700 controlli sui transiti con mezzi a motore lungo le strade forestali o fuoristrada, in particolare nelle aree montane. L’attività di vigilanza del CFR ha permesso anche di prevenire e reprimere comportamenti illeciti: sono state accertate 936 violazioni amministrative e 324 violazioni penali per un totale di 351 persone sottoposte ad indagine e 916 persone sanzionate (173 i sequestri). Un sostanziale aumento è quello relativo agli illeciti amministrativi in materia boschivo selvicolturale (73 nel 2014 a fronte di 37 nel 2013, 82 nel 2012 e 61 nel 2011). Ai settori di competenza “tradizionali”, si aggiungono anche altri del tutto nuovi. Tra questi, la sorveglianza e primo soccorso sulle piste da sci, l’allevamento di molluschi bivalvi in laguna, il benessere animale e l’agro-ambiente e coltivazioni OGM. Da ricordare, a tal proposito, le 2 violazioni penali segnalate alle Procure di Udine e Pordenone e 7 sanzioni amministrative redatte in materia di coltivazione di OGM. Per quanto riguarda il servizio di vigilanza e soccorso sulle piste da sci, durante la stagione invernale 2014-2015, il personale è stato impegnato nel polo sciistico Ravascletto-Zoncolan in 298 servizi (uomo/giornata). Sono stati sanzionati diversi comportamenti illeciti sulle piste, inviati 76 fascicoli alla Procura della Repubblica e effettuati 76 interventi di soccorso, anche con l’intervento dell’eliambulanza del servizio regionale del 118.
È quanto rende noto la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Vetrina Ricami


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *