full screen background image
Search

Giletti, l’ossessione sulla Sicilia e……dei Forestali !

Giletti, l’ossessione sulla Sicilia e……dei Forestali !

Ma si possono ascoltare, a cadenza settimanale, tanti luoghi comuni sulla Sicilia, in parte ingiusti e in parte falsi? Gli operai della Forestale sono lavoratori precari! La Regione siciliana non ha più dipendenti della Lombardia: la Regione siciliana gestisce settori dell’amministrazione che in Lombardia sono gestiti dallo Stato! La Sicilia non ruba soldi allo Stato: semmai è vero il contrario!  

 di Adriana Vitale

Signor Giletti, quando arriverà l’ora di smetterla di infangare la Sicilia a cadenza settimanale? Qual è lo scopo? Politico? Luoghi comuni? Una forma sofisticata di razzismo ad appannaggio del Nord? Audience? Qual è il vero scopo di cotanto fango spruzzato a iosa una puntata sì e l’altra pure?

Vede, Signor Giletti, mentre qualche suo ospite cerca di spiegare che i vitalizi sono stati aboliti nella scorsa legislatura, lei, con fare aggressivo, non consente di spiegare. Per amore di verità, gli unici vergognosi vitalizi rimasti sono quelli vecchi e sui quali bisogna mettere mano al più presto e non perché risolverebbero la crisi di una Regione, semplicemente per dare un segnale di sobrietà e rispetto verso coloro i quali patiscono la fame.

Per esempio, quando parla di forestali omette di dire che sono stagionali e ci vogliono sei operai per farne uno.

Per esempio, quando fa i paragoni con la virtuosa Lombardia sul numero dei dipendenti regionali, omette di aggiungere anche gli impiegati statali nel computo, in Sicilia le competenze statali e regionali sono svolte dai regionali a differenza delle altre Regioni!

Chi scrive non è un politico, solo una siciliana disoccupata, dovrei essere adirata e lo sono, ma ancor prima che la spicciola demagogia amo la verità e la mia terra. Questo giochino può incantare la pancia della gente, ma non certamente chi usa testa e cuore.

La disonestà intellettuale è la forma più becera di mistificazione della realtà, che genera confusione e inganno, che sbandiera le falsità spacciandole per verità. L’onestà intellettuale, oramai fuori moda, esige integrità, responsabilità, coerenza, sensibilità, empatia, equanimità.

Quindi Signor Giletti, la smetta per cortesia di gettare fango sulla mia terra, la Regione non ruba danari allo Stato, anzi è al contrario, faccia un’indagine giornalistica e scoprirà che la Sicilia, negli ultimi anni, è stata il bancomat romano.

Ovviamente se i politici siciliani la smettessero di prestare il fianco a questo cortile, dove ha ragione chi urla più forte, si toglierebbe fiato al becero e pericoloso populismo su temi delicati, oltre a fare cosa buona e giusta. Gli sprechi sono tanti e insopportabili né più, né meno di quelle delle altre Regioni, ogni tanto giri lo sguardo altrove invece di puntare il dito solo sulla mia terra.

Signor Giletti, prestare il fianco a chi ha un disegno ben preciso contro la Sicilia è fin troppo evidente; Signori politici siciliani che vi fate usare per un misero momento di notorietà o, peggio, per becera campagna elettorale, vi arrivi, da Siciliana, il mio sdegno totale e la mia condanna senza appello!

inuovivespri

 



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *