full screen background image
Search

Giornata d’inferno a Roccalumera e Nizza di Sicilia !

Giornata d’inferno a Roccalumera e Nizza di Sicilia !

ROCCALUMERA – Una giornata d’inferno, ieri lungo l’asse Pagliara, Roccalumera, Nizza di Sicilia. Tre squadre di operai del Corpo forestale, distaccamento di Savoca, oltre l’impiego di un elicottero ed in canadair della Protezione civile hanno lavorato per dodici ore (da mezzogiorno a mezzanotte) per arginare la furia delle fiamme e per circoscrivere e domare l’enorme incendio. Le prime lingue du fuoco sono state avvertite a monte della frazione Locadi, lungo la provinciale Roccalumera Mandanici.

 Qui tre squadre di operai della Forestale e mezzi di soccorso hanno cercato di arginare le fiamme, ma non ci sono riusciti perché il forte vento ha sospinto l’incendio lungo le colline di Roccalumera e precisamente in zona Contrisa. Qui il fumo degli alberi inceneriti ha accarezzato delle abitazioni coloniche, ma poi per fortuna il fuoco si è spostato più a monte, allungandosi fino alle colline che sovrastano l’abitato di Nizza di Sicilia. In quest’ultimo Comune le alte lingue di fuoco stavano attaccando anche il bosco Brunno a monte del paese di Nizza di Sicilia. A questo punto sono stati rafforzati gli interventi con l’impiego di due mezzi della Protezione civile. Le squadre della Forestale hanno fatto da barriera al fuoco che stava aggredendo il bosco. E’ stata una impresa al limite della sopportazione, ma alla fine le tre squadre di operai sono riusciti a circoscrivere e domare le fiamme. Lavorare per dodici ore sotto il sole cocente e di fronte ad un incendio di vaste dimensioni non è stato facile. Ma grazie anche all’impiego di un elicottero e di un Canadair il lavoro di spegnimento è stato completato. In dodici ore di fuoco sono stati bruciati decine e decine di alberi, per buona parte castagneti, e distrutti decine di ettari di terreno. Danni ingenti.


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *