full screen background image
Search

Juve, una macchina da guerra. Recrimina la Roma contro l’Inter !

Juve, una macchina da guerra. Recrimina la Roma contro l’Inter !

Bella partita a Ferrara tra Spal ed Empoli , con due squadre che stanno affrontando un campionato pieno di insidie dopo peridi positivi e posizioni attualmente delicate e nella parte bassa della classifica. Un 2-2 finale che accontenta parzialmente due squadre in orbita salvezza , quindi punti da racimolare in altri cambi per tentare una salvezza in sofferenza.

Altra partita tanto attesa e delicata per la Juventus al Franchi di Firenze, dove i i bianconeri sono chiamati a continuare la scia positiva ma, affrontano i viola in un incontro a cui i tifosi e la città attendono da un anno. Partita equilibrata nella prima parte è tempistica VAR che conferma la decisione dell’arbitro su un presunto tocco di mano in area viola. Pressing e gioco attivo la fanno padrone per o bianconeri che arrivano al gol con il giovane che avanza e cioè Rodrigo Bentancur in un duetto cercato e concluso con Dybala per l’ 1-0.  Nel secondo tempo la Fiorentina riparte con incursioni e tiri verso la porta bianconera e il portiere polacco viene impegnato varie volte con Chiesa e un pimpante Gerson, il migliore dei viola ma, la Juventus ribatte colpo su colpo alla prima occasione e con ribaltamenti di fronte. Ritmo alto e Fiorentina che impegna seriamente Sczesny e  la difesa bianconera con Allegri che vedo un certo rilassamento dei suoi si fa sentire con il suo impeto e rabbia. La spinta della juve porta  dunque al raddoppio con Chiellini in un’azione rocambolesca e in un momento in cui i viola affondavano nel tentativo di accorciare le distanze e nel miglior momento di forma. Il 3-0 arriva su calcio di rigore di CR7 che si rabbia insacca sotto l’incrocio dei pali  dopo aver preso il primo cartellino giallo e successiva sostituzione del fenomeno ai danni del grande ex Bernardeschi. Buon gara dei viola che risponde territorialmente nell’area della Juve, ma il risultato finale rimane pesante per una squadra che ha tirato tanto nella porta della Juve e a ribattuto nei suoi limiti e nelle sue aspettative. Bene Ronaldo, Bentancur, Dybala e Szczesny, benino Cuadrado che lo porta spesso a sbagliare nel voler strafare e mettersi in mostra, visto il suo passato viola. Un sonoro 3-0 in casa , per la Fiorentina non è stato un buon biglietto da visita e nessuna obiezione può essere messa sul campo.

Sempre più giù il Bologna di Inzaghi che perde anche a Genova contro la Samp, in un pesante 4-1 che limita le speranze per i bolognesi di restare aggrappati al treno.

Tra Milan e Parma vien fuori una bella partita con due squadre che stanno dando soddisfazioni ai propri tifosi specialmente i ducali che passano in vantaggio a San Siro con Inglese ma la reazione del Milan porta Cutrone al pareggio e alla vittoria finale su calcio di rigore, segnato da Kessie. A Torino i granata affrontano il Genoa in una gara a corrente alternata e sprazzi di bel gioco. Vittoria firmata da Ansaldi e Belotti su rigore in un finale di 2-1. Tre pareggi invece tra Frosinone e Cagliari (1-1) e tra Sassuolo-Edinese (0-0) e Chievo-Lazio (1-1)

Altro big match della giornata è quello dell’Olimpico tra Roma e Inter, incontro importante per entrambe le squadre a cui la serata potrebbe dare segnali positivi e di rilancio soprattutto per i giallorossi che si alternano a prestazioni più o meno accettabili. Partono bene entrambi con capovolgimenti di fronti e palo di Florenzi ma, gol dell’ex laziale Keita che di parastinchi mette in rete il vantaggio nerazzurro. La Roma chiede un rigore evidente che non arriva da parte di Rocchi, mentre Kolarov su punizione mette in guardia un ottimo Handanovic che come al solito toglie le castagne dal fuoco. Chiude in svantaggio la Roma a cui la difesa rimane forse il punto debole con tante incertezze e svarioni difensivi, così come la prestazione limitata dei nerazzurri che rimane ancora un cantiere aperto. Nella ripresa cambia la marcia romana con Under che esce fuori dal cilindro una sassata a cui il portiere nerazzurro questa volta può solo guardare. Dopo il gol sembra un’altra Roma con un ottimo Zaniolo e, sbagli in area avversaria e propria affinché Icardi di testa riporta in vantaggio l’Inter. Rocchi concede un rigore netto alla Roma dopo aver visionato il VAR e Kolarov rimette tutto sul 2-2. La voglia di vincere di entrambi le squadre ha limitato il tutto ma, ai punti qualcosa in più per la Roma è d’obbligo, indipendentemente dal rigore non dato !

 

Antonio David



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *