29 luglio 2014

La Regione Sicilia attiva cantieri di servizi per disoccupati

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La Giunta regionale, per contrastare gli effetti della crisi economica che investe in particolare le fasce più deboli della popolazione, ha deliberato l’adozione di misure straordinarie ed urgenti attraverso le quali mitigare le condizioni di povertà ed emarginazione sociale scaturenti dalla carenza di opportunità occupazionali, stanziando per tale finalità la somma di 50 milioni di euro.

 

Viene, pertanto, estesa a tutti i comuni dell’Isola la possibilità di richiedere finanziamenti per attivare cantieri di servizi favore dei soggetti disoccupati che hanno presentato domanda di disponibilità ai Centri per l’impiego.

Il “programma di lavoro” può concernere qualunque tipologia di interventi purché si
tratti di interventi riconducibili a compiti istituzionali dell’ente locale. Soltanto a titolo esemplificativo, si precisa che i programmi di lavoro possono avere ad oggetto attività di custodia e pulizia dei parchi, servizi e giardini, attività di manutenzione stradale e decoro urbano, attività di accudimento alle persone anziane e ai diversamente abili, attività di raccolta rifiuti solidi urbani e raccolta differenziata.
Le attività di mera custodia o altri servizi di attesa dovranno essere riservati ai portatori di handicap.

Entro il termine di gg. 30 dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana della direttiva assessoriale (avvenuta il 23 agosto 2013) , i comuni interessati sono tenuti a trasmettere al Dipartimento regionale del lavoro di Palermo, la richiesta di finanziamento per programmi di lavoro, approvati dagli organi competenti, per la realizzazione di uno o più cantieri di servizi, eventualmente ripetibili nel corso dell’anno, fino ad esaurimento del finanziamento concesso.

Il comune deve garantire in ciascun programma di lavoro e, comunque, nell’ambito del numero complessivo dei soggetti coinvolti nell’iniziativa, la partecipazione di
almeno il 50% di giovani di età compresa tra i 18 ed i 36 anni, del 20% riservato ai soggetti da 37 a 50 anni, il 20% in favore di soggetti ultracinquantenni, il 5% in favore di soggetti immigrati in possesso di regolare permesso di soggiorno per motivi di lavoro o per ricongiunzione familiare, il restante 5% a favore di portatori di handicap, riconosciuto dalla competente commissione sanitaria.

Leggi l’intera direttiva e gli allegati da compilare da parte dei Comuni su http://www.regione.sicilia.it/lavoro/cantieri/CantServ2013/g13-39_Pag41-…

Home