full screen background image
Search

Liguria: Cinque Terre, l’Ente Parco per la prevenzione degli incendi

Liguria: Cinque Terre, l’Ente Parco per la prevenzione degli incendi

L’Ente Parco Nazionale delle Cinqueterre, presieduto da Vittorio Alessandro, anche per il 2015, per i mesi critici di luglio ed agosto, stanzierà 50 mila euro per la prevenzione dei roghi in questo pentagono patrimonio dell’Umanità. Necessarie risorse per mettere in atto il piano di prevenzione incendi, che essenzialmente consiste nello stringere convenzioni con altri organismi di sicurezza per contrastare fenomeni che potrebbero rivelarsi drammatici per la vegetazione e le coltivazioni della zona nonché per residenti e turisti. “<Prima di tutto il Parco stringerà una convenzione con i Vigili del Fuoco per un servizio supplementare sul territorio, nei mesi estivi, che al nostro Ente costerà circa 20 mila euro”, ha sottolineato il direttore, Patrizio Scarpellini. Quanto prima sarà firmata una convenzione con i Volontari Antincendio Boschivo (Vab) che arriveranno dalla Lombardia per dar mano al Corpo Forestale di Monterosso, ente che li coordinerà, mentre il Parco pagherà vitto e alloggio ai volontari che sosteranno nelle Cinqueterre per il mese di agosto. Il direttore Scarpellini ha poi continuato: “Abbiamo chiesto al Comando Generale del Corpo Forestale l’invio di personale ausiliario per rafforzare le unità presenti a Monterosso che si sono ridotte perché agli spostamenti per mobilità non sono conseguiti rimpiazzi. Infatti sono presenti sono 5 unità, comprese il comamdante”. Il Parco sarebbe disposto anche a pagare straordinari di lavoro. Il pernottamento nella sede del comando stazione di Monesteroli e le cene saranno a carico del Parco. Inoltre, fondamentale il coordinamento con i militi della Protezione Civile dei tre Comuni della zona.

Vetrina Ricami


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *