full screen background image
Search

Macomer, assunzioni nei cantieri forestali

Macomer, assunzioni nei cantieri forestali

Pubblicate le graduatorie: ammesse 255 domande per 79 posti a termine disponibili nell’annualità


 

MACOMER. Sono state pubblicate nei giorni scorsi le graduatorie definitive degli aspiranti all’assunzione con contratto a termine nel cantiere forestale di Macomer, finanziato con i fondi regionali per i cosiddetti cantieri verdi. Le domande presentate erano molte di più. Hanno concorso anche cittadini non residenti a Macomer, che però non avevano titolo per partecipare. Nelle diverse specializzazioni sono state ammesse complessivamente 255 domande di altrettanti aspiranti per 79 posti disponibili nell’annualità. Le assunzioni avranno la durata di quattro mesi: una soluzione che consente di impiegare il maggior numero di persone le quali, dopo il licenziamento, potranno accedere all’indennità di disoccupazione. Questo garantirà un reddito per quasi dodici mesi. Nel cantiere troveranno lavoro 70 operai idraulici forestali, che praticamente sono operai generici impiegati nella pulizia del sottobosco, nella potatura e in tutti i lavori di sistemazione delle aree interessate dall’intervento. Il bando richiede inoltre due muratori, tre tecnici forestali e sei operatori alla motosega. Nella graduatoria per operai idraulici forestali sono state inserite 221 persone. Tra gli aspiranti ci sono persone di tutte le età. Qualcuno, se avesse avuto i requisiti contributivi, avrebbe dovuto essere in pensione. Il più anziano, infatti, è del 1949 e ha già compiuto 66 anni. Nell’elenco ci sono anche giovanissimi. Una ragazza ha meno di 19 anni. È nata infatti nel 1996. La differenza di età che separa il più anziano dal più giovane degli aspiranti operai forestali è di quasi mezzo secolo. Nell’elenco figurano ancora diversi cittadini stranieri residenti a Macomer. È lungo anche l’elenco dei disoccupati che aspirano all’assunzione nel cantiere come muratori. I posti disponibili sono due e i candidati ammessi in graduatoria sono invece 22. Fino a pochi anni fa sarebbe stato difficile trovare un muratore a giornata e le imprese edili di altri comuni cercavano lavoro a Macomer. Il crollo dell’edilizia ha moltiplicato i disoccupati nel settore, i quali aspirano ora a una sistemazione temporanea nei cantieri.

Sono sette gli aspiranti a tre posti di tecnico forestale, dei quali tre non inseriti in graduatoria perché non possedevano i requisiti indicati nella richiesta. Gli operatori alla motosega che hanno presentato domanda per sei posti sono invece undici. I cantieri verdi sono nati con l’obiettivo di creare occupazione, ma anche di migliorare l’ambiente in territori esposti a rischio ambientale per la presenza di industrie, come a Ottana, o di inceneritori, come nel caso di Macomer. (t.g.t.).



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *