full screen background image
Search

Maltempo, Calabria in ginocchio: “Chiederemo lo stato di calamità”

Maltempo, Calabria in ginocchio: “Chiederemo lo stato di calamità”

Roma, 2 novembre 2015 – Calabria e Siciliaflagellate dal maltempo. I forti acquazzoni di questi giorni hanno messo in ginocchio la Calabria, fino a mietere anche una vittima. Ieri, infatti, è stato ritrovato morto Salvatore Comandè, l’uomo disperso da sabato a Taurianova, in provincia di Reggio Calabria, dopo che l’ondata di piena di un torrente aveva travolto la sua auto. La zona maggiormente colpita dai danni è la locride dove strade e ferrovia sono state spazzate via dalla furia dell’acqua e del vento. Ieri la linea ferroviaria Ionica è stata letteralmente spazzata via dall’esondazione di un torrente.

Nella regione la situazione resta critica, soprattutto in provincia di Reggio Calabria, con zone isolate per le frane e famiglie sgomberate. Sono centinaia gli interventi di soccorso compiuti dai vigili del fuoco in Calabria per far fronte ai danni provocati dal maltempo delle scorse ore. Numerosi anziani sono stati tratti in salvo da un’abitazione adiacente al tratto della statale 106 distrutta dalla piena del torrente Bruzzano. Nella zona di Montebello Jonico alcune squadre sono impegnate con i sommozzatori per il soccorso di otto famiglie rimaste isolate in località Molaro. Da stamattina ha smesso di piovere, e il livello di criticità è sceso a giallo su tutta la regione, ma dopo due giorni di intensa pioggia, lo scenario è devastante. Nel reggino ci sono problemi a strade e linee ferroviarie, anche se in fase di miglioramento. A causa di alcune frane provocate dalle piogge, è stato necessario chiudere momentaneamente al traffico quattro diversi tratti della strada statale 106 Jonica. La circolazione ferroviaria sulla lineaCatanzaro – Roccella Jonica è stata quasi ripristinata nel primo pomeriggio, fa sapere Ferrovie dello Stato.Resta interrotta la circolazione fra Bianco e Melito Porto Salvo. I vigili del fuoco ed il personale della protezione civile stanno lavorando per far fronte alle situazioni di emergenza. Nei comuni colpiti dal maltempo si contano i danni che, secondo una prima stima, sono ingenti. In mattinata il prefetto di Reggio Calabria, Claudio Sammartino, ha convocato urgentemente una riunione del centro di coordinamento dei soccorsi per fare un punto sulle molteplici situazioni di forte criticità del territorio provinciale, colpito dal maltempo delle scorse ore. Una task force è stata istituita dalla Protezione civile regionale della Calabria per monitorare il rischio di frane.  “Chiederemo lo stato di emergenza al Governo – ha detto il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, al termine della riunione in Prefettura -. Abbiamo bisogno che venga sostenuto il nostro progetto di difesa e sistemazione idrogeologica”. Nel primo pomeriggio il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio e il capo del dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, sono arrivati in Calabria per un sopralluogo in elicottero delle zone colpite dal maltempo. Al termine del sopralluogo Delrio e Curcio parteciperanno ad un nuovo incontro nella Prefettura di Reggio Calabria.

Anche la giunta comunale di Catania ha annunciato che chiederà al governatore della Regione Siciliana e alla Presidenza del Consiglio dei ministri la dichiarazione di calamità naturale. Infatti, forti piogge hanno colpito anche la Sicilia. Per oggi un avviso di criticità elevata era stato emesso per buona parte della regione. A Enna il maltempo ha fatto franare un tratto di strada. Scuole chiuse a Catania, Milazzo e Siracusa. Nelle campagne tra Catania ed Enna, infatti, il torrente Vardasino è esondato, costringendo allachiusura la strada statale 288 di Aidone, mentre il mare grosso ha impedito i collegamenti con le isole Eolie e Ustica, dove a causa della burrasca tre imbarcazioni sono affondate nel porticciolo. L’allerta meteo con doppio codice rosso, sia per il rischio idraulico sia per il rischio idrogeologico diffuso dalla Protezione civile, proseguirà per tutta la giornata di oggi. Secondo il bollettino diffuso sono previste sull’intera Sicilia orientale precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati con fulmini e venti forti.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *