full screen background image
Search

Molise: Prevenzione e monitoraggio di incendi boschivi: De Lisio e Ciocca fanno il punto sulla campagna AIB 2013

Molise: Prevenzione e monitoraggio di incendi boschivi: De Lisio e Ciocca fanno il punto sulla campagna AIB 2013

Con un briefing riepilogativo circa le attività messe fino ad ora in campo e quelle da programmare per la prossima annualità, stamattina – presso la sede dell’ARPC – il consigliere delegato Salvatore Ciocca e il direttore temporaneo dell’Agenzia, Alberta De Lisio hanno incontrato i vertici del Corpo Forestale dello Stato, dei Vigili del Fuoco e il responsabile Soup della Protezione Civile per fare il punto sulla campagna AIB 2013 che può dirsi ufficialmente conclusa. Attraverso l’analisi dei dati riepilogativi il consigliere delegato alla Ricostruzione e alla Protezione Civile e i vertici del CFS, dei VVFF e dell’Arpc hanno potuto verificare l’andamento e l’incidenza degli incendi, le aree territoriali maggiormente colpite e hanno testato la completezza della strategia messa in campo che ha interessato la regione nel periodo della Campagna Antincendio boschiva 2013.

Nel corso della stagione 2013 si sono verificati 404 incendi che hanno interessato una superficie totale di 594 ettari. Un dato che si attesta ben al di sotto della media degli anni precedenti. Nel 2007, infatti, furono 823 gli incendi con 3910 ettari di superficie interessata; nel 2008, 642 incendi con 1336 ettari interessati dalle fiamme; nel 2009, 451 incendi per 446 ettari; nel 1010, 739 incendi per 980 ettari; nel 2011, 602 incendi per 1119 ettari; nel 2012, infine,  959 incendi per 1134 ettari di superficie interessata.
Il rapporto tra le superfici percorse dal fuoco ed il numero degli incendi tende a diminuire grazie alle attività  di monitoraggio continuo e al tempismo degli interventi, fattori questi che incidono fortemente sull’impatto ambientale successivo agli episodi.
La campagna AIB 2013, sotto il profilo della previsione degli eventi, della prevenzione e della pianificazione degli interventi, ha evidenziato notevoli miglioramenti nelle fasi operative.
Nel corso del cordiale incontro con la dottoressa Rosa Patrone, il dottor Scica e la dottoressa Martino per il Corpo Forestale dello Stato e con l’ing. Bonessio per i Vigili del Fuoco, al quale ha preso parte anche il responsabile Soup dell’Arpc Sergio Staffieri,  si è convenuto unanimemente di programmare le attività di prevenzione e di intervento per la prossima campagna AIB con netto anticipo al fine di consentire una migliore organizzazione del servizio che potrà godere anche dell’apporto fondamentale del servizio di elicotteri gestito direttamente dal CFS.
Si è affrontato anche il tema delle variazioni climatiche che potrebbero determinare la necessità  di spalmare gli interventi su un arco temporale diverso, anticipando, quindi,  l’apertura e facendo slittare la chiusura della campagna AIB 2014.
Unanime la considerazione relativa all’intero sistema messo in campo con il supporto fondamentale del Corpo Forestale dello Stato, dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e delle associazioni di volontariato che ogni anno collaborano fattivamente alla campagna AIB.
Un sistema definito funzionante e ottimale, con tempi bassi d’intervento sia per quanto attiene l’utilizzo di veivoli sia per l’operatività e la massima professionalità delle squadre che operano da terra.
Al termine della riunione, i convenuti hanno stabilito di dare l’avvio alla programmazione della prossima campagna antincendio boschiva fin dalle prossime settimane al fine di mettere a punto il sistema di prevenzione, monitoraggio ed intervento con largo anticipo in modo da consentire la migliore pianificazione degli interventi e delle strategie utili ad una sempre maggiore tutela del territorio e dei suoi abitanti.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *