full screen background image
Search

Musumeci in caduta libera. Ultimo nella classifica della “governance poll” 2019 del Sole 24 ore !

Musumeci in caduta libera. Ultimo nella classifica della “governance poll” 2019 del Sole 24 ore !

Ultimo: implacabilmente, inesorabilmente. Il governatore Nello Musumeci conquista la maglia nera della classifica della “governance poll” 2019 del “Sole 24 Ore”, il quotidiano di Confindustria. Un ultimo posto che brucia, se sommato all’ultimo posto in classifica nello scorso anno (dal 39,8 per cento è sceso al 32,5). E con Musumeci sembra tramontare la stella della Regione: “La Sicilia di Nello Musumeci – scrive il quotidiano – non riesce a spostarsi dall’ultimo posto che occupava già in modo più o meno stabile già ai tempi di Rosario Crocetta, perché il disastro amministrativo che si è sviluppato negli anni attraverso le maggioranze di ogni colore partorite dalla poliedrica politica isolana, sembra avere alzato un muro invalicabile” tra palazzo d’Orleans e i cittadini.

Ultimo lo scorso anno, ultimo quest’anno. “E’ l’aspetto più vistoso – dice il quotidiano – della crisi di fiducia verso le classi dirigenti del Sud”: a pari merito c’è il governatore delle Marche, Luca Ceriscioli, e appena più su ci sono la governatrice dell’Umbria, Catiuscia Marini (33,4 per cento) e il governatore della Campania, Vincenzo De Luca (35,7 per cento). Tutto leghista il podio della competizione: in testa c’è Luca Zaia, habitué del primo posto, che riceve il 62 per cento dei consensi, con un incremento di quasi 12 punti rispetto al risultato delle regionali del 2015: una distanza stellare, nonostante Musumeci abbia espresso la sua personalissima tesi (“Il Nord senza il Sud non va da nessuna parte”) al raduno del Carroccio, lo scorso luglio.

 Tra la crisi delle infrastrutture, il disastro degli enti culturali (il teatro Biondo e la Foss primi tra tutti), la guerra con i sindaci per i rifiuti, i colpi a segno andati a vuoto per ironia della sorte (il grave lutto di Sebastiano Tusa che ha colpito la giunta), i tentativi di far emergere la Sicilia dalla palude in cui è sprofondata, appaiono vani. Oggi pomeriggio c’è un vertice sul caso Blutec a Palazzo d’Orleans, alla vigilia dell’incontro al ministero dello Sviluppo economico che domani dovrà dare risposte alla grave fase di stallo seguita al sequestro dello stabilimento ex Fiat, con il management sotto accusa con l’accusa di aver fatto sparire 16 milioni di fondi pubblici destinati al rilancio: l’ennesimo episodio del “viale del tramonto” dell’industria siciliana.


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *