full screen background image
Search

Padova: Presidio permanente dei forestali senza lavoro da mesi

Padova: Presidio permanente dei forestali senza lavoro da mesi

La trentina di lavoratori protesta a oltranza: non hanno stipendio né ammortizzatori sociali. Il reggente dell’Ente Parco allerta il Prefetto: senza di loro, non sono più garantiti servizi fondamentali


 

ESTE. E’ scattato alle 14.30 il presidio permanente dei forestali del Parco Colli, senza lavoro da dicembre e in attesa del provvedimento di assunzione che deve essere firmato dalla Regione Veneto. Dal pomeriggio, una delegazione di stagionali rimane nella casetta del Parco Colli che si trova all’ingresso dei giardini del castello.

Oltre ai rappresentanti sindacali di Fai Cisl e Flai Cgil, a sostenere la causa dei forestali è arrivata anche Sabrina Dorio, segretario generale della Cisl di Padova e Rovigo: «La mancata firma dei relativi provvedimenti da parte della giunta regionale sta comportando la mancata retribuzione per questi 29 lavoratori, che ogni giorno che passa rischiano anche di veder svanire la certezza degli ammortizzatori sociali. Oltre all’assenza di tutela sociale, questo comportamento sta minando anche la sicurezza del territorio».

Il presidio rimarrà attivo a oltranza: sindacati e lavoratori sperano che martedì prossimo la giunta regionale metta all’ordine del giorno la delibera di assunzione e lo stanziamento di 200 mila euro per avviare i primi cantieri nel Parco. Ieri inoltre il presidente reggente del Parco Colli, Lucio Trevisan, ha scritto al prefetto per denunciare le gravi conseguenze che comporta per il Parco la mancata attività dei forestali.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *