full screen background image
Search

Piemonte: Filiere del legno

Piemonte: Filiere del legno

La Regione Piemonte, anche attraverso la legge regionale 4/2009, “Gestione e promozione economica delle foreste”, ha tra i propri obiettivi quello di promuovere la gestione sostenibile e la multifunzionalità delle foreste, considerandole un patrimonio comune da valorizzare, anche nell’ottica di un loro utilizzo ragionato dal punto di vista economico, volto, tra le altre cose, a favorire il miglioramento delle condizioni socio-econiomihedelle aree rurali.

La Regione quindi punta allo sviluppo delle filiere del legno, derivato dalle foreste e dall’arboricoltura, promuovendone l’impiego come materia prima rinnovabile. Per questo motivo risulta necessario garantire anche la crescita e la qualificazione professionale delle imprese e degli adetti forestali, attraverso specifici progetti formativi e, soprattutto, attraverso l’Albo delle imprese forestali, che valorizza e certifica la professionalità delle imprese forestali iscritte.

Le filiere del legno

Le filiere forestali includono l’insieme delle attività, dei prodotti, dei soggetti e delle loro reciproche relazioni a partire dal bosco per arrivare ai prodotti ottenuti dalla prima trasformazione e alle loro modalità d’impiego.

Le filiere di tipo “economico”

In base alla materia prima ed alle forme di organizzazione produttiva si possono evidenziare:

L’aspetto negativo delle filiere economiche è il forte scollamento tra le fasi di produzione del legname e di gestione dei boschi e le successive fasi di utilizzo dei prodotti forestali.

Per questo motivo la Regione Piemonte, ha partecipato al progetto di cooperazione transnazionale Inter-Bois, finalizzato al rafforzamento della filiera foresta-legno nello spazio frontaliero tra Piemonte, Rhône-Alpes e Provence Alpes Côte d’Azur.

Le filiere di tipo “ambientale”

Bosco montano

In questi anni assumono sempre maggiore importanza lefunzioni non produttive svolte dai boschi.
E’ indubbio che i boschi rappresentano uno dei fattori di successo del turismo montano e, in senso più ampio, del turismo legato alla natura.
Tale funzione però non determina ricadute economiche dirette a favore dei proprietari e dei gestori forestali.
Le foreste sono anche il principale caposaldo per lasicurezza del territorio nei confronti degli eventi atmosferici eccezionali. Purtroppo l’assolvimento di queste importanti funzioni pubbliche è ancora esclusivamente basato sui soli ritorni economici derivanti dalla vendita del legnameregionepiemonte



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *