full screen background image
Search

pienamente operativa la flotta aerea del Corpo Forestale dello Stato

Tutti in volo i mezzi aerei del Corpo forestale dello Stato per la campagna Anti Incendi Boschivi 2013. Tra i mezzi schierati e pronti ad intervenire, in prima linea anche i due Erickson S-64F, sotto il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile – COAU.


L’attività preventiva e repressiva del Corpo forestale prosegue intensa: rimane alta la guardia perché le abbondanti piogge hanno favorito lo sviluppo di sottobosco e arbusti che potrebbero diventare un facile innesco per gli incendi.
Gli elicotteri Erickson S-64F, mezzi pesanti in grado di scaricare sulle fiamme fino a 10.000 litri di liquido estinguente, sono operativi in caso di roghi: il primo è stanziato di base a Pontecagnano Faiano (Salerno) con equipaggio di condotta e tecnici della Forestale; il secondo è stanziato a Lucca e sarà poi trasferito alla base abruzzese di Preturo (L’Aquila). Questi elicotteri fino al 2012 erano gestiti in convenzione con il DPC/COAU, utilizzando anche piloti e tecnici del Corpo forestale dello Stato. Nel corso del 2013, a seguito del passaggio della flotta aerea AIB sotto la gestione del Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco, la gestione degli stessi è tornata direttamente in capo al Corpo forestale dello Stato, tramite apposito stanziamento finanziario.
Ad affiancare i due giganti, anche altri 10 mezzi in convenzione con le Regioni: cinque elicotteri per la regione Lazio, con basi a Sabaudia, Roma, Anagni, Latina e Vicovaro; uno per la Regione Marche con base a Falconara; uno per l’Emilia Romagna con base a Rimini; uno per l’Umbria con base a Foligno e due per la Basilicata con basi a Potenza e Matera.
Il Centro Operativo Aereo della Forestale ha complessivamente in dotazione 33 elicotteri utilizzabili per attività AIB (18 Agusta AB412, 8 Breda-Nardi NH500, 3 Agusta-Westland A109, 4 Erickson S-64F).
I dati della stagione 2013 vedono, per ora, una flessione del numero di incendi boschivi: nel periodo gennaio-luglio (dati al 21 luglio 2013) i roghi sono stati 1.030 per un totale di 6.907 ettari interessati, di cui 3.291 di superficie boscata e 3.616 di superficie non boscata. Nel periodo gennaio-luglio 2012, invece, i roghi erano stati 4.318 e avevano interessato complessivamente 59.408 ettari, di cui 31.515 di superficie boscata e 27.893 di superficie non boscata.
L’attività investigativa e di Polizia Giudiziaria del Corpo forestale dello Stato ha portato nel periodo gennaio-luglio 2013 a un arresto e alla denuncia di 79 persone, mentre nel periodo gennaio-luglio 2012 erano stati eseguiti 7 arresti e 351 persone erano state denunciate.


Agricoltura Italiana Online
Vetrina Ricami
Vetrina Ricami


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *