full screen background image
Search

Sassari,I forestali: non dobbiamo sparire

Sassari,I forestali: non dobbiamo sparire

Gli agenti protestano, ma dalla Regione arrivano rassicurazioni sul loro futuro


 

CAGLIARI. Sono scesi in piazza, o meglio davanti al palazzo della Regione per raccontare la loro preoccupazione. Gli agenti del corpo forestale regionale temono che la riforma nazionale, che cancella forestale, possa in qualche modo riguardare anche loro. Un effetto trascinamento che potrebbe vedere sparire anche loro. Un corpo che ha una funzione fondamentale nella difesa e nel predisio del territorio. Per questo hanno deciso di manifestare e chiedere certezze alla Regione. Gli assessori non si sono nascosti e hanno confortato gli agenti. «La recente riforma ha confermato che per Regioni a Statuto speciale e Province autonome restano ferme tutte le funzioni di pubblica sicurezza e polizia giudiziaria spettanti ai forestali regionali». Perciò la giunta Pigliaru ribadisce che il Corpo sardo «sarà salvaguardato nelle sue specificità», mentre i forestali statali confluiranno in altre amministrazioni pubbliche. Le rassicurazioni arrivano dopo un flash mob organizzato ieri, davanti all’assessorato dell’Ambiente, dal sindacato autonomo Saf. «Degli esiti sostanzialmente positivi dell’incontro del 4 agosto scorso – dichiara l’assessore agli Affari generali e personale Gianmario Demuro – ha dato atto lo stesso Saf con un comunicato pubblicato sul proprio sito web: desta pertanto stupore che lo sciopero non sia stato revocato». «Il governo regionale, comunque, è fermamente intenzionato a tutelare e valorizzare il Corpo forestale in quanto le competenze e le funzioni specialistiche sviluppate nel tempo rappresentano una risorsa irrinunciabile per la nostra regione – afferma invece l’assessore della Difesa dell’Ambiente Donatella Spano – L’impegno dell’esecutivo sarà attuato anche attraverso un processo di revisione del Corpo, necessario per riorganizzare le funzioni esercitate, attualizzandone i compiti senza abdicare alle competenze ma, semmai, ampliandole». In particolare, proprio sulla riforma dell’attuale legge regionale

l’assessore Spano ha precisato di aver già assunto il preciso impegno – comunicato alle organizzazioni sindacali – di presentare, entro settembre, una delibera con la quale verrà formalizzato un gruppo di lavoro interassessoriale incaricato di predisporre in tempi brevi un disegno di legge.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *