full screen background image
Search

Sindacati e nuovo dirigente di Catania trovano l’accordo per i Forestali. Orario estivo anche in inverno

Sindacati e nuovo dirigente di Catania trovano l’accordo per i Forestali. Orario estivo anche in inverno

Tremila lavoratori precari in servizio per l’Azienda regionale Foreste di Catania saranno impiegati dal lunedì al sabato. Alle 13.20, orario di uscita dai cantieri. È il risultato del confronto tra la nuova dirigente provinciale dell’Azienda, Caterina Lombardo, e i rappresentanti territoriali di Fai Cisl-Flai Cgil-Uila Uil Pietro Di Paola, Nino Calandra e Andrea Cavallaro. Sinora, sotto la gestione del precedente dirigente, era stata applicata contro il parere delle organizzazioni sindacali la “settimana corta” (dal lunedì al venerdì) con fine lavoro alle 16.20. Per Fai-Flai-Uila, “il passaggio alla settimana lunga nei cantieri forestali della provincia di Catania è un ottimo risultato, che abbiamo rivendicato a lungo e che ora si realizza grazie alla sensibilità subito manifestata dalla dottoressa Caterina Lombardo al suo arrivo nell’Azienda etnea”.

“Accogliendo la nostra richiesta – Spiegano Di Paola, Calandra e Cavallaro-  sarà assicurato sei giorni su sette un presidio del territorio che è indispensabile, sul fronte delle attività di prevenzione ma non solo. L’ambiente ringrazia! La modifica della settimana lavorativa, inoltre, risponde alle richieste dei forestali che avevano lamentato difficoltà e rischi del dover lasciare i boschi e intraprendere il rientro a casa dopo le 16.20, spesso al buio nei mesi autunnali e invernali su strade impervie e dissestate. Non va poi dimenticato che molti cantieri, come ripetutamente denunciato da Fai-Flai-Uila, sono privi di servizi igienici e ciò acuisce comprensibilmente i disagi per le lavoratrici e i lavoratori se costretti a rimanere in servizio sino al pomeriggio”.

 l provvedimento ha validità sino al 31 dicembre, ma le organizzazioni sindacali hanno già chiesto che venga confermato in seguito. La dirigente dell’Azienda Foreste, infine, ha assicurato Fai-Flai-Uila “che il numero delle giornate lavorative effettuate a oggi dalle maestranze è tale da consentire ampiamente il raggiungimento delle garanzie (78, 101 e 151 giornate, ndr) entro la fine dell’anno”.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *