full screen background image
Search

Truffa con finti incidenti, due arresti in Sicilia

Truffa con finti incidenti, due arresti in Sicilia

Sceglievano accuratamente le proprie vittime, tutte anziane , e le truffavano con un metodo consolidato: quello del falso incidente stradale. Sono finiti in manette, accusati di truffa ed estorsione,  un uomo di 41 anni, Antonino Fiaschè, originario di Palermo, e di una donna di 29, Pamela Boscarino, di Siracusa entrambi appartenenti a un gruppo rom nomade, con base nella provincia di Siracusa. I due accusavano i malcapitati di aver provocato un incidente stradale che avrebbe causato, oltre a danni fisici, anche la rottura del vetro di un orologio, minacciando di chiamare i vigili urbani per denunciare la presunta omissione di soccorso, che avrebbe generato il ritiro della patente. L’unica soluzione prospettata all’individuo raggirato per evitare l’intervento degli agenti della polizia locale era quella di consegnare una somma di denaro di quattromila euro, corrispondente al prezzo del presunto orologio danneggiato. Il tutto veniva anche corroborato da alcune finte chiamate che gli autori del raggiro effettuavano, in presenza della persona truffata, a loro complici che si simulavano dipendenti di una fantomatica compagnia assicuratrice i quali, via telefono, rassicuravano l’anziano vittima, suggerendogli di dare corso alle richieste fatte dagli altri sodali.     I finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Messina, coadiuvati dai colleghi di Siracusa e di Catania, hanno anche eseguito un sequestro di beni nei confronti di due soggetti  per un ammontare di 1 milione e 7mila euro.   – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/truffa-anziani-finto-incidente-sicilia-ccaf9e67-910f-4f8c-8ed5-23f7547beab1.html

Vetrina Ricami


Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *