full screen background image
Search

Trump: “Ambasciata USA a Gerusalemme” !

Trump: “Ambasciata USA a Gerusalemme” !

Il presidente americano Donald Trump riconoscerà Gerusalemme come capitale israeliana. Lo hanno affermato funzionari dell’amministrazione Usa, aggiungendo che l’iter per il trasferimento dell’ambasciata degli Stati Uniti da Tel Aviv a Gerusalemme non avverrà nell’immediato. Trump farà la sua dichiarazione nel corso di un discorso previsto per oggi alla National Defense University.

Lo status di Gerusalemme, un sito sacro per israeliani e palestinesi, è estremamente controverso. Israele ha sempre considerato Gerusalemme come la sua capitale, mentre i palestinesi rivendicano Gerusalemme Est come capitale di un futuro stato palestinese. Nel riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele, gli Stati Uniti diventano il primo paese a farlo fin dalla fondazione dello Stato nel 1948.

LE REAZIONI – Ieri, il presidente dell’Anp Mahmoud Abbas ha fatto sapere che la “decisione” del presidente Usa avrà “conseguenze pericolose sul processo di pace e sulla sicurezza e la stabilità della regione e del mondo“. Abbas ha ribadito che non può esserci uno Stato palestinese senza Gerusalemme Est come capitale e ha annunciato che continuerà i suoi contatti con i leader mondiali per evitare “azioni inaccettabili”. Il presidente dell’Autorità nazionale palestinese ha quindi telefonato al presidente russo, Vladimir Putin, per metterlo al corrente delle “gravi ripercussioni” che ci saranno nella regione. Nelle stesse ore, il numero 1 dell’Anp ha avuto un colloquio telefonico anche con Papa Francesco.

Anche il re di Giordania Abdullah ha evidenziato che questa decisione potrebbe avere “pericolose ripercussioni” per la pace e la stabilità nella regione. Re Abdullah ha intanto assicurato Abbas del suo “pieno sostegno per preservare gli storici diritti dei nostri fratelli palestinesi a Gerusalemme”.

E se il segretario generale della Lega Araba, Ahmed Abul Gheit, considera “pericolosa” la decisione annunciata da Trump, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, citato dal giornale filogovernativo Sabah ha affermato che “Gerusalemme è la linea rossa per tutti i musulmani”, avvertendo che “potremmo spingerci fino alla rottura dei rapporti diplomatici con Israele”.

Quanto all’Europa, il presidente francese Emmanuel Macron non ha nascosto a Trump la sua preoccupazione, secondo quanto riporta la stampa francese citando un comunicato dell’Eliseo. Anche il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel, ha detto che “una soluzione del problema di Gerusalemme può essere trovata solo attraverso negoziati diretti tra le due parti”. “Qualunque cosa provochi una escalation della crisi in questa fase è controproducente”, ha aggiunto.



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *