full screen background image
Search

Uomini, cancro alla prostata: rischio ridotto del 20%. Basta mangiare

Uomini, cancro alla prostata: rischio ridotto del 20%. Basta mangiare

È sempre merito del nostro caro, vecchio, licopene – un antiossidante presente in dosi elevate nel pomodoro – se il cancro alla prostata si verifica con minor incidenza nei soggetti che consumano buone quantità di tale alimento…

Lo studio che attesta ancora una volta le qualità del licopene è stato pubblicato su Cancer Epidemiology, Biomarkers and Prevention, ed è il primo del suo genere ad aver sviluppato una sorta di indice dietetico contro il cancro alla prostata.

Tra i cibi più importanti ci sono quelli ricchi di selenio, calcio e, ovviamente, licopene. Quando questi nutrienti venivano introdotti con maggior misura nell’organismo il rischio di cancro alla prostata diminuiva. In pole position alla lista ci sono pomodori e derivati, e i fagioli, che hanno dimostrato di essere importanti per indurre una riduzione di quasi il 20% di sviluppare il cancro alla prostata. Ricordiamo che tale tipo di malattia è il secondo tumore più comune negli uomini di tutto il mondo. Il rischio viene tuttavia ridotto consumando almeno dieci porzioni di pomodoro a settimana.

Secondo la ricercatrice Vanessa Er dell’Università di Bristol, i risultati dello studio suggeriscono che i pomodori siano particolarmente importanti nella prevenzione del cancro alla prostata, tuttavia, precisa, dovranno essere condotti ulteriori studi a conferma di tali risultati, soprattutto per quanto riguarda la sperimentazione sugli esseri umani.

Il suo consiglio – destinato agli uomini di tutto il mondo – è quello di mangiare una grande varietà di frutta e verdura, mantenendo un peso adeguato, magari aiutandosi con della sana attività fisica.
Poiché si tratta di un tumore mortale – ribadisce Er – vi è l’urgente necessità di sviluppare ulteriori raccomandazioni dietetiche.

Lo studio è stato condotto in collaborazione con i ricercatori delle Università di Oxford e Cambridge. Fonte La Stampa

 



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *