full screen background image
Search

Valle d’Aosta. Assunzione di 10 operai forestali a tempo indeterminato

Valle d’Aosta. Assunzione di 10 operai forestali a tempo indeterminato

Via libera definitivo al concorso regionale per 10 posti a tempo indeterminato da operaio dei cantieri forestali. Lo annuncia l’assessore alle Risorse naturali Albert Chatrian che commenta: «Con l’immissione a ruolo di nuovo personale. Vogliamo riorganizzare i lavori sul territorio per una gestione sostenibile delle foreste».

Il provvedimento che definisce i posti, i profili e i relativi livelli lavorativi necessari per l’avvio delle selezioni pubbliche finalizzate alle 10 assunzioni è stato formalizzato oggi, mercoledì 21 agosto. L’atto determina la pubblicazione, che avverrà nei prossimi giorni, dei bandi per l’assunzione a tempo indeterminato di 1 meccanico, 1 autista, 1 addetto al centro recupero animali selvatici, 3 boscaioli, 1 vivaista, 1 muratore, 1 fabbro e 1 magazziniere.

Soddisfatto Chatrian, che aveva annunciato l’intenzione di bandire un concorso alla fine dello scorso giugno, quando la giunta aveva approvato una delibera che rivedeva l’organizzazione dell’organico a disposizione per gli interventi forestali necessari sul territorio valdostano. «Con questo provvedimento – dice l’assessore – prosegue il percorso avviato per recuperare la fondamentale e importante attività di manutenzione del nostro patrimonio forestale. Una necessità spesso evocata che oggi trova, finalmente, una concreta realizzazione che, peraltro, avrà riflessi positivi sul versante occupazionale. La volontà politica, espressa più volte da questo Governo, di rimettere in moto la macchina dell’amministrazione regionale trova quindi una sua effettiva attuazione con questo provvedimento, che rappresenta comunque solo una tappa di un più ampio progetto di riorganizzazione dell’organico degli operai forestali che svolgono un’azione di tutela, di manutenzione e di cura del nostro territorio. La manutenzione dei nostri boschi costituisce inoltre la “conditio sine qua non” non è possibile operare per rilanciare tutte le attività legate al territorio: dal turismo consapevole alla creazione di una filiera virtuosa del legno, così come l’assunzione e la formazione di personale specializzato».



Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *