in , , ,

Ghiacciaio di Planpincieux, crollati altri 3.000 metri cubi

Una spolverata di neve a 2.000 metri, qualche centimetro a 3.000. Le temperature a picco delle ultime ore contribuiranno, da qui a qualche giorno, all’ulteriore rallentamento dello scivolamento del ghiacciaio di Planpincieux. Gli ultimi rilevamenti dei tecnici della Fondazione Montagna Sicura di Courmayeur e dell’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Cnr di Torino, basati soltanto sui dati del radar Lisa a causa delle pessime condizioni di visibilità della giornata di domenica, confermano la frenata non solo della grande porzione da un milione di metri cubi, ma anche del fronte da 50 mila il cui crollo è giudicato «imminente» dagli esperti.

Il settore A, 50 mila metri cubi circa, che era arrivato a correre di 175 centimetri al giorno lungo il pendio (105 centimetri in verticale), ha rallentato fino a 100 centimetri al giorno; nelle 24 precedenti era sceso di 120 centimetri. Il settore B, 250 mila metri cubi stimati, alle 12 di oggi si è mosso di 45 centimetri rispetto al mezzogiorno di domenica; il settore C, che arriva al milione di metri cubi complessivo, scende di 35 centimetri al giorno.

I crolli, attesi soprattutto nella porzione di 27 mila metri cubi sulla destra orografica del ghiacciaio, sono continuati ma con «porzioni trascurabili» secondo i tecnici negli ultimi due giorni. Soltanto oggi si è registrato un crollo di 3.000 metri cubi di ghiaccio, che si è frantumato sulla roccia sottostante.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Naufragio a Lampedusa. 13 donne morte, 8 bambini dispersi

Il 15 Ottobre a Zafferana Etnea i 197 anni del Corpo Forestale