450 dipendenti della Regione Sicilia passano all’interpello per rispondere al trasferimento nel Corpo Forestale

Sono stati 450 i dipendenti regionali che hanno risposto all’interpello della Regione Siciliana per un trasferimento nel Corpo Forestale. Un boom forse inaspettato, visto che di solito a questo tipo di richieste, che prevedono un cambio di ruolo volontario all’interno dell’amministrazione regionale, rispondono in pochi, in alcuni casi nessuno.
Stavolta è stato diverso, in palio 100 posti per i quali è previsto anche un incremento di stipendio di circa 500 euro al mese. Vi è anche Roberta Alaimo dipendente regionale, deputata nazionale del Movimento 5 Stelle e figlia d’arte: il padre infatti era un forestale.
Nata a Corleone, prima di diventare onorevole ha lavorato all’assessorato all’Agricoltura e in quello alla Formazione. E così, a meno di sorprese, quando abbandonerà la vita politica (i 5 Stelle hanno un limite di due mandati e lei è a metà del primo) tornerà a essere una dipendente regionale ma possibilmente con la divisa: «Ho risposto all’atto di interpello – dice – perché ho già lavorato nell’ambito dello sviluppo rurale. E poi, perché no, c’è un vantaggio economico».
Nel frattempo la Regione dovrebbe trovare loro anche nuovi compagni: l’obiettivo dell’assessore Toto Cordaro è quello di bandire un concorso da circa 300 posti. Un progetto avviato già un paio di volte ma che finora si è scontrato con l’impugnativa da parte dello Stato della legge che prevedeva la possibilità di riaprire i concorsi.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Verso la costituzione del Consorzio Forestale del Cilento

Buongiorno Edicola. Le Prime Pagine di oggi 28 Febbraio