in , , ,

Incendi, se facciamo tutti la stessa parte …….

Sì, tutti possiamo e dobbiamo fare la nostra parte – piccola o grande che sia – contro la folle piaga degli incendi.

Nell’estate 2017 l’Italia ha avuto il triste primato in Europa per il numero di incendi boschivi: ben 371 roghi, con 72.039 ettari andati in fumo. Mentre, per estensione di territorio bruciato, il nostro Paese è stato secondo solo al Portogallo, con addirittura 115.323 di ettari percorsi dal fuoco.

E’ vero, la prevenzione e gli interventi sono affidati al coordinamento dello Stato (Dipartimento Protezione civile), alle Regioni e Province autonome, ai Comuni, ma ognuno di noi può contribuire.

E’ fondamentale la predisposizione dei piani regionali antincendio e dei catasti comunali delle terre percorse dal fuoco, con i conseguenti divieti di trasformazione, di pascolo, ecc. previsti dall’art. 10 della legge n. 353/2000 e s.m.i.

Ma è anche fondamentale che ogni cittadino, residente o turista,collabori per la difesa del patrimonio ambientale comune: oltre alle prescrizioni, ricordiamoci che il numero verde 1515 mette in collegamento con la sala operativa delComando Unità Carabinieri per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare (già Corpo forestale dello Stato) e del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Sardegna, analogamente agli analoghi Corpi delle altre Regioni e Province autonome.

La rapidità della comunicazione delle informazioni e degli interventi contribuisce a salvare boschi, pascoli, coste e vite umane minacciate dagli incendi, non dimentichiamolo mai!

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Forestali antincendio usati per scopi di vigilanza. Il Cobas Codir si oppone !

Un vero inferno gli incendi dello scorso anno. Il sindaco di Cerveteri (RM) emana l’ordinanza !