in , , ,

Allerta per la variante Omicron su un volo Roma-Alghero atterrato in Sardegna domenica notte

Un passeggero, asintomatico, che ha fatto scalo prima in Olanda e poi a Fiumicino, rientrando dall’Africa, è risultato positivo al tampone rinofaringeo e tutti i 130 passeggeri dell’aereo sono stati messi in quarantena. Tutti loro domattina eseguiranno i tamponi rinofaringei con analisi molecolare per stabilire se sono stati contagiati dal coronavirus con eventuale variante. Se qualcuno dovesse risultare positivo, allora scatterà il tracciamento anche per i contatti stretti di ciascun contagiato. Disposizioni in linea con l’ordinanza emessa il 26 novembre dal ministro della Salute Speranza, che sottopone a misure speciali di vigilanza otto Stati africani considerati a rischio per la variante Omicron del virus. All’inizio della prossima settimana il laboratorio di Microbiologia e virologia dell’Aou di Sassari, dovrebbe terminare il sequenziamento del virus riscontrato sul primo passeggero per stabilire di che tipo di variante si tratti.

«Come stabilito dal nuovo protocollo, appena è stata confermata la positività del passeggero arrivato dall’estero, è scattato il tracciamento e le misure preventive non solo per i passeggeri che hanno viaggiato al suo fianco, ma per tutte le persone che si trovavano su quel volo», spiega all’ANSA il responsabile del Dipartimento prevenzione Nord dell’Ats Sardegna, Francesco Sgarangella. Domani inizieranno i prelievi di un primo tampone, al quale seguirà un secondo fra 10 giorni, alla fine della quarantena cui sono obbligati tutti i passeggeri del volo Fiumicino-Alghero di domenica notte. (ANSA)

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cassa regionale chiusa. I lavoratori Forestali dovranno ancora attendere…..per tante cose…

Ordinanza di Musumeci in Sicilia. Mascherina obbligatoria all’aperto dai 12 anni in su. Tampone per i migranti