in , ,

Apre l’ospedale Portello Fiera Covid-19, oggi i primi pazienti in Terapia Intensiva

MILANO. I primi due pazienti in Terapia Intensiva all’ospedale del Portello sono arrivati in mattinata. Sono un 72 enne e una 63 enne, entrambi in arrivo dagli ospedali di Monza. In pochi giorni saranno 53. A metà maggio si arriverà a regime, con tutti i 205 posti letto del nuovo ospedale Portello Fiera Covid-19, nato da zero in 17 giorni. Spiega l’Assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera: «Stiamo finendo di realizzare i moduli al piano terra, che vedremo se destinare alla Terapia Intensiva o ad altri pazienti». Sarà l’andamento del Coronavirus a decidere come utilizzare questa nuova struttura, pensata come hub di alleggerimento per i molti ospedali che si sono interamente dedicati a curare i troppi pazienti contagiati dal virus.Coronavirus, ecco com’è l’ospedale della Fiera di Milano

Le prime strutture sanitarie che beneficeranno dell’ospedale nato per diventare un hub delle situazioni più critiche, saranno quelle di Bergamo e Brescia, dove l’andamento dei contagi è ancora altissimo. Ma è chiaro che il modello è esportabile anche nei prossimi anni, a pandemia si spera conclusa. Spiega ancora l’assessore: «Stiamo progettando il futuro. Avremo ospedali o ali di ospedali dedicati al Covid-19, alleggerendo le situazioni nelle altre emergenze». L’idea è che tutti gli ospedali tornino alla normalità, con le emergenze dedicate a tutte le patologie. Lo stesso sistema di moduli di Portello Fiera, in prefabbricato, montabili e rismontabili, permetterà di utilizzarli anche altrove se fosse necessario.

L’intera struttura, oggi sotto la direzione del Policlinico di cui diventa a tutti gli effetti un dipartimento distaccato, è costata una ventina di milioni. Ampiamente ripagati dalle oltre 1200 donazioni arrivate in pochissime settimane, sia economiche che materiali. I primi 10 milioni li ha messi Silvio Berlusconi, gli ultimi 10 Leonardo Del Vecchio di Luxottica. In mezzo c’è il milione raccolto da Nexi, un altro milione da Fondazione Fiera che ha messo a disposizione i 25 mila metri quadrati della struttura con accesso da via Scarampo. Le eventuali eccedenze finiranno al Policlinico per tutte le altre strutture dell’ospedale. Ma poi ci sono le donazioni materiali, come gli impianti per l’ossigeno e gli altri gas medicali forniti da Sapio in partnership con Allianz. 

lastampa

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Il Regno Unito è sotto shock: Johnson in terapia intensiva

Papa Francesco chiede offerte per l’emergenza Covid-19 ai cardinali