in , , ,

Bambino di 4 anni negli USA muore per l’influenza. La madre avrebbe rifiutato…

Un bambino di 4 anni è morto negli USA a causa dell’influenza. È accaduto in Colorado, dove una madre ha rifiutato la somministrazione di un farmaco antivirale. Il medicinale era stato prescritto dal medico curante come attività di prevenzione, in considerazione del fatto che già due dei quattro figli della donna erano stati contagiati dal virus influenzale.

Il farmaco prescritto dal medico è il Tamiflu, non impiegato in questo caso come cura per l’influenza, ma come azione preventiva per impedire la trasmissione del virus all’interno dell’organismo (se assunto entro le 48 ore seguenti alla comparsa dei sintomi). Solo in determinati casi è utilizzato nei soggetti sensibili come bambini e donne in gravidanza.Influenza 2020: superati i 4 milioni di malati, picco a febbraio

In seguito alla prescrizione del medico la donna avrebbe consultato alcuni siti social network alla ricerca di indicazioni utili. Finita sul gruppo “Stop Mandatory Vaccination” (“Stop alle vaccinazioni obbligatorie”, una pagina con posizione No Vax), la madre del piccolo avrebbe deciso di non somministrare a lui e all’altro fratellino non ancora costretti a letto dall’influenza.

L’influenza di quest’anno è particolarmente aggressiva negli Stati Uniti, soprattutto tra i bambini. Il non accettare il farmaco ha portato, secondo fonti USA, all’ammalarsi del più piccolo dei fratellini, che non è riuscito a superare la malattia. Riferiscono i CDC (Centers for Disease Control and Prevention, Centri per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie) che sono morti per il virus di quest’anno già 68 bambini, mentre il tasso di ricoveri pediatrici è ben oltre la media stagionale.

FonteIl Messaggero

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Allarme Coldiretti. Emergenza siccità in Sicilia

Rete Antiviolenza Carabinieri di Palermo “Le donne non più sole e indifese”. UGL Sicilia lancia una raccolta firme