in , ,

Biodiversità: foreste, dal 1990 persi 420 milioni di ettari

Persi dal 1990 circa 420 milioni di ettari di foreste. Questo il bilancio tracciato nell’ultimo rapporto ONU, presentato in occasione della Giornata mondiale della Biodiversità. Al centro del documento la perdita di patrimonio forestale a causa del consumo di suolo. Non ancora sufficiente il calo del tasso di deforestazione registrato negli ultimi 30 anni, spiegano le Nazioni Unite.

La deforestazione rappresenta un pericolo concreto per la biodiversità. A sostenerlo la FAO in una nota, nella quale si sottolinea il legame tra patrimonio naturale e forestale:

Il rapporto dimostra che la conservazione della biodiversità dipende totalmente dal modo in cui interagiamo e utilizziamo le foreste del Pianeta.

La stesura del rapporto ha visto la collaborazione tra FAO e UNEP, che si sono avvalse del supporto tecnico Centro di Monitoraggio per la Conservazione. Quest’ultimo fa capo all’UNEP-Wcmc, il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente. Come indicato nella prefazione scritta da QU Dongyu, direttore generale della FAO, e da Inger Andersen, direttore esecutivo dell’UNEP:

La deforestazione e il degrado forestale continuano a verificarsi a velocità allarmanti, il che contribuisce in modo significativo alla continua perdita di biodiversità.

Biodiversità, i dati sulle foreste nel mondo

Importanza di tutelare la biodiversità emersa soprattutto in tempo di Coronavirus. Diversi scienziati e associazioni hanno indicato proprio la deforestazione tra i fattori scatenanti della pandemia. A questo proposito il rapporto ONU ricorda come nelle foreste risiedano circa 60mila specie di alberi. Per quanto riguarda la fauna dimorano qui l’80% delle specie anfibie, il 75% di quelle degli uccelli e il 68% dei mammiferi terrestri.

Nel rapporto viene menzionata anche la Valutazione delle Risorse Forestali Mondiali 2020 redatta dalla FAO. Il dato più importante è che, nonostante il rallentamento del tasso di deforestazione, circa 10 milioni di ettari di foreste vengono distrutti per fare posto a terreni agricoli o altri tipi di sfruttamento del suolo.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Accreditato il Bonus 500 € dei Forestali

La Sicilia vuole inserire “la patente del non infetto” per chi vuole entrare in Sicilia