in , , ,

Campania. Forestali delle Comunità Montane ancora con tanti dubbi sul futuro lavorativo e, dalle promesse di stabilizzazione

La situazione   della riassunzione degli operai forestali   a tempo determinato O.T.D.  “storici” delle Amministrazioni Provinciali di Caserta, Salerno, Napoli, Avellino e Benevento non trova soluzione , e continua ad essere  rimbalzata tra gli enti territoriali preposti:Regione , Province e Comunità  Montane, per non parlare delle speculazioni di chi ha usato e usa  la “faccenda “come argomento per  tornaconto elettorale… 

Tre anni fa si pensò, a  causa allora del dissesto di alcune Province,  di rimediare attraverso un accordo tra enti che permettesse agli operai di cui sopra di essere assunti presso  le Comunità Montane a patto,secondo i sindacati , che una volta rientrati dal dissesto gli operai potessero essere riassunti dai propri enti di appartenenza ,avendo maturato il diritto di “ operai storici “  di questi enti. Operazione che lasciava e lascia seri dubbi anche oggi che l’ accordo è terminato e non si chiarisce se alcune delle province, come ad esempio quella di Caserta, siano davvero uscite dal dissesto ,viste le dichiarazione e le smentite che si susseguono attraverso i canali d’ informazione.

Il punto è un altro, se tali enti fossero in dissesto come si dichiararono allora e si dichiarano ancora oggi,ritardando ed escludendo la possibilità della riassunzione degli operai,la cosa sarebbe grave, poiché ci porterebbe a supporre che  mentono sapendo di mentire,in quanto le province, se possessori di delega,a nostro avviso avrebbero potuto e possono assumere anche oggi rimediando in parte all’ “errore”commesso e che continuano a ripetere oggi. In più, ci chiediamo dov’è finita la stabilizzazione che mesi fa era sulla bocca di tutta la politica, del sindacato regionale in primis? Inoltre, come si possono lasciare a se stessi 1.200 operai e relative famiglie, in piena pandemia, senza neanche un bonus da parte dello stato per tamponare l’attesa e puntualmente disillusi dalle promesse dalla Regione Campania di liquidare gli stipendi arretrati? ….Cosa propone il sindacato regionale  e la politica tutta?!?? 

Perché gli stessi non evidenziano il fatto che gli enti delegati,quindi “aventi delega “, potrebbero riassumere non come spesa a bilancio ordinario   ma attraverso finanziamenti regionali? Preferendo rimandare la situazione che si traduce per gli operai, purtroppo a tempo determinato, in meno giornate di lavoro? C’è bisogno di una risposta e che sia repentina e definitiva, oppure,che il sindacato regionale dichiari e gestisca quelle che è a tutti gli effetti una crisi, visto che puntualmente la Regione, che è a capo di tutto,resta a guardare…

I Forestali della Comunità Montana Campania

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Giornata della Terra 2021. Ecosistemi distrutti e calamità in aumento

Sicilia. Ritardi e pochi fondi per i Forestali. Due giorni di mobilitazione