in , ,

Cantieri forestali, tagliatori non in regola. Denunce e controlli a Fucecchio (FI)

Controlli dei Carabinieri Forestali e del NIL nei cantieri forestali: tagliatori non in regola con il permesso di soggiorno. Denunciati due operai e titolare della ditta. Sanzioni per 3000 eu

L’attività di controllo si è svolta in Comune di Fucecchio

I Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Empoli (FI), si sono recati in località “Menchina” del Comune di Fucecchio (FI), al fine di eseguire un controllo su un taglio boschivo in corso, unitamente ai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del lavoro.

Giunti sul posto constatavano la presenza di due soggetti identificati, tramite passaporto, in due cittadini di nazionalità albanese, privi del permesso di soggiorno. Uno in particolare aveva fatto ingresso in Italia nel gennaio 2017 senza mai uscire ed era privo del permesso di soggiorno. Venivano dunque denunciati per soggiorno illegale nel territorio dello Stato Italiano.

I Carabinieri forestali hanno accertato che il taglio boschivo era regolarmente autorizzato.

Inoltre i militari del NIL hanno provveduto a segnalare all’AG il titolare della ditta boschiva per sfruttamento della manodopera clandestina ed a effettuare la sospensione dell’attività lavorativa.

Sono state poi elevate sanzioni amministrative  per oltre 3000 euro a carico del titolare della ditta e delle maestranze ai sensi della Legge regionale Toscana n. 39 del 2000 e seguente Regolamento applicativo per omissione degli obblighi relativi al tesserino di identificazione: le imprese boschive a partire dal 1° gennaio 2018 infatti devono garantire la riconoscibilità del personale tramite apposito tesserino di identificazione da esibire assieme ad un documento di identità.

E’ frequente il fenomeno dell’impiego di persone irregolari nei cantieri forestali per la natura stessa del luogo di lavoro impervio e poco visibile, che consente di occultare posizioni non lecite.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Situazione critica in Serbia. Uomini e mezzi al lavoro per spegnere gli incendi

Incidenti sul lavoro. Anche in Sicilia aumenta il numero